Ritorna la «Belle Époque» da piazza Grande a Largo Zorzi

Locarno

La giuria internazionale e il Municipio hanno scelto il progetto migliore per ridisegnare il salotto cittadino

Ritorna la «Belle Époque» da piazza Grande a Largo Zorzi
La futura composizione del salotto cittadino vista da Largo Zorzi. ©Rendering Città di Locarno

Ritorna la «Belle Époque» da piazza Grande a Largo Zorzi

La futura composizione del salotto cittadino vista da Largo Zorzi. ©Rendering Città di Locarno

Da piazza Grande a Largo Zorzi sarà una «Nouvelle Belle Époque». Il Municipio di Locarno ha deciso di confermare le raccomandazione della giuria nella scelta del progetto per la sistemazione degli spazi pubblici del centro urbano, dunque il salotto cittadino, che sarà ridisegnato secondo i dettami del progetto «La nouvelle belle époque» presentato dalla comunità di lavoro Studio WE architetti, Pool Architekten, Guscetti studio d’architettura e Rotzler.Land e Linea landscape architecture. Oggetto del concorso era l’intero spazio pubblico ubicato tra il Debarcadero e la rotonda di Piazza Castello, con una superficie di oltre 43.000 mq. Un’area composta da piazze, viali e giardini che la Città intende valorizzare nei prossimi anni, anche in funzione della loro fruizione pubblica quotidiana e dei numerosi eventi che vi si svolgono. Il sindaco e presidente della giuria Alain Scherrer: «I cittadini di Locarno sono molto legati a questi luoghi ed era quindi importante operare con la giusta sensibilità per ottenere un risultato di qualità. Personalmente sono molto soddisfatto della nostra scelta», ha dichiarato. Tutti i progetti saranno visionabili dal pubblico presso la sala al terzo piano del PalaCinema, a partire dal prossimo 12 aprile per due settimane.

La planimetria dell’intero comparto del centro urbano di Locarno. ©Rendering Città di Locarno
La planimetria dell’intero comparto del centro urbano di Locarno. ©Rendering Città di Locarno
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Mauro Giacometti
Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Tutti i nostri abbracci in un museo

    La curiosità

    Continuano le originali iniziative del Teatro Paravento di Locarno per reagire alla pandemia – L’invito è quello di fornire fotografie, ritagli e altre testimonianze dei gesti che stiamo dimenticando

  • 2
  • 3

    Prospettive orizzontali per il centro balneare

    Vallemaggia

    Viene dalla Spagna il progetto per la piscina coperta e l’area di svago di Bignasco, frazione di Cevio - Il sindaco Martini: «L’architetto di Madrid ci ha convinto per la sua visione lineare e non invasiva»

  • 4

    Il festival della scienza è solamente online

    APPUNTAMENTO

    Ascona: la manifestazione divulgativa per scuole e famiglie, dopo l’annullamento dell’anno scorso a causa della pandemia, ritorna esclusivamente sul sito con una serie di filmati, tutoring, esperimenti e altre sorprese

  • 5

    «Siamo ancora in corsa per il velodromo?»

    PROGETTO

    Losone, il gruppo PPD-GG in Consiglio comunale sollecita il Municipio sulla futura struttura e sulle possibilità di ospitarla all’ex Caserma, visto che allo stato attuale sembra essere in vantaggio l’ipotesi dell’ex cartiera di Tenero-Contra

  • 1
  • 1