IL PROCESSO

Rotonda di Gordola, condannato a 5 anni il picchiatore

Il 23.enne di Biasca è stato riconosciuto colpevole di omicidio colposo per la morte di un 44.enne del Mendrisiotto

Rotonda di Gordola, condannato a 5 anni il picchiatore

Rotonda di Gordola, condannato a 5 anni il picchiatore

LUGANO - Il giudice Amos Pagnamenta ha condannato a 5 anni per omicidio colposo il 23.enne di Biasca per la morte di un 44.enne del Mendrisiotto, avvenuta il 22 aprile del 2017 alla Rotonda di Gordola.

I testimoni sono stati ritenuti perfettamente credibili, ma l’imputato non aveva intenzione di uccidere, ha dichiarato il giudice Amos Pagnamenta. Accertato che il biaschese ha colpito con un pugno e una spallata la vittima. Lo ha fatto perché se l’è trovato sul suo cammino mentre inseguiva, arrabbiato e su di giri, la ex fidanzata che lo aveva piantato in asso.

A favore dell’imputato però vi è il fatto che non abbia infierito sulla vittima. Si è quindi trattato di omicidio colposo, secondo il giudice Pagnamenta.

La pena di 5 anni è il risultato anche dei reati di minaccia, lesioni e infrazione alla legge sugli stupefacenti. La corte ha anche accordato alla moglie e ai due figli un risarcimento di 50mila franchi a testa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1