«Se incontrate Bumblebee non spaventatevi: è un serpente timido e gentile»

MINUSIO

Sparito da giovedì scorso, in via Mondacce, un pitone reale di due anni lungo 50 centimetri – Secondo i proprietari dovrebbe trovarsi ancora in casa, ma per sicurezza hanno lanciato un appello pubblico

 «Se incontrate Bumblebee non spaventatevi: è un serpente timido e gentile»
Bumblebee a casa sua, prima dell’«evasione» dal terrario. ©Società protezione animali Locarno

«Se incontrate Bumblebee non spaventatevi: è un serpente timido e gentile»

Bumblebee a casa sua, prima dell’«evasione» dal terrario. ©Società protezione animali Locarno

Bumblebee ha due anni ed è lungo circa cinquanta centimetri. Da giovedì scorso i proprietari hanno perso le sue tracce. Sono convinti che si trovi ancora dentro la loro abitazione, in via Mondacce a Minusio, ma nel caso in cui fosse riuscito in qualche modo ad «evadere», hanno preferito lanciare un pubblico appello. «Perché – racconta al Corriere della madre della giovane di cui il rettile è il beniamino – capiamo che se qualcuno dovesse trovarselo di fronte, potrebbe anche spaventarsi. Ma Bumblebee è un pitone reale timido e gentile. Non è velenoso e di certo non morde. Inutile, dunque, avere reazioni violente se si dovesse venire in contatto con lui». Per questo ci si è rivolti alla Protezione degli animali di Locarno e valli, affinché comunicasse l’accaduto ed evitasse al pitone spiacevoli incontri. Nel frattempo, però, si continua a cercare nella residenza di via Mondacce. «Solitamente il rettile se ne sta tranquillo nel suo terrario e prima non ne era mai uscito. Sospettiamo però che abbia potuto farlo attraverso un piccolo pertugio situato accanto alla lampada che lo riscalda». I pitoni mangiano infatti a scadenze abbastanza distanziate una dall’altra e quando è passato un po’ di tempo dall’ultimo pasto le loro dimensioni si riducono, rendendoli potenzialmente... sfuggenti. «Stiamo controllando ogni buco della casa (perché quelli sono i suoi rifugi preferiti) e speriamo ancora di riuscire a trovarlo presto». Anche perché, se dovesse essere riuscito a lasciare l’abitazione, difficilmente potrebbe essere ancora vivo, viste le temperature rigide di questi giorni. I pitoni reali, infatti, per poter sopravvivere necessitano di un ambiente stabile fra i 25 e i 30 gradi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Lo sciacallo dorato non se ne è ancora andato

    ONSERNONE

    Dopo essere stato fotografato a metà aprile, il canide simile alla volpe è stato avvistato almeno altre tre volte nelle frazioni di Vergeletto e Crana - Significa che si è stabilito da noi? Per gli esperti è prematuro dirlo

  • 2
  • 3

    Là dove la solidarietà si declina in infinite forme

    Locarno

    Accanto al servizio dei pranzi da asporto (nato nel picco della crisi) Casa Martini riapre la mensa sociale – Oltre trenta pasti gratuiti al giorno per chi è più in difficoltà – Intanto si prepara l’accoglienza notturna che partirà a luglio

  • 4

    Al lago, al fiume o in piazza, ma con la testa sulle spalle

    Locarnese

    Ancora chiusi i lidi, moltissimi bagnanti hanno affollato gli altri luoghi di svago della regione, ma rispettando le distanze e senza creare i temuti assembramenti dei giorni scorsi - Folta presenza di polizia per monitorare la situazione - FOTO e VIDEO

  • 5

    Il colosso delle Cinque Vie continua a non piacere

    Locarno

    Sono già state inoltrate due opposizioni contro il nuovo progetto per il centro polifunzionale La Campagna – Prolungato il periodo di pubblicazione, che si conclude proprio oggi – Preoccupano soprattutto volumetrie e traffico generato

  • 1
  • 1