«Se incontrate Bumblebee non spaventatevi: è un serpente timido e gentile»

MINUSIO

Sparito da giovedì scorso, in via Mondacce, un pitone reale di due anni lungo 50 centimetri – Secondo i proprietari dovrebbe trovarsi ancora in casa, ma per sicurezza hanno lanciato un appello pubblico

 «Se incontrate Bumblebee non spaventatevi: è un serpente timido e gentile»
Bumblebee a casa sua, prima dell’«evasione» dal terrario. ©Società protezione animali Locarno

«Se incontrate Bumblebee non spaventatevi: è un serpente timido e gentile»

Bumblebee a casa sua, prima dell’«evasione» dal terrario. ©Società protezione animali Locarno

Bumblebee ha due anni ed è lungo circa cinquanta centimetri. Da giovedì scorso i proprietari hanno perso le sue tracce. Sono convinti che si trovi ancora dentro la loro abitazione, in via Mondacce a Minusio, ma nel caso in cui fosse riuscito in qualche modo ad «evadere», hanno preferito lanciare un pubblico appello. «Perché – racconta al Corriere della madre della giovane di cui il rettile è il beniamino – capiamo che se qualcuno dovesse trovarselo di fronte, potrebbe anche spaventarsi. Ma Bumblebee è un pitone reale timido e gentile. Non è velenoso e di certo non morde. Inutile, dunque, avere reazioni violente se si dovesse venire in contatto con lui». Per questo ci si è rivolti alla Protezione degli animali di Locarno e valli, affinché comunicasse l’accaduto ed evitasse al pitone spiacevoli incontri. Nel frattempo, però, si continua a cercare nella residenza di via Mondacce. «Solitamente il rettile se ne sta tranquillo nel suo terrario e prima non ne era mai uscito. Sospettiamo però che abbia potuto farlo attraverso un piccolo pertugio situato accanto alla lampada che lo riscalda». I pitoni mangiano infatti a scadenze abbastanza distanziate una dall’altra e quando è passato un po’ di tempo dall’ultimo pasto le loro dimensioni si riducono, rendendoli potenzialmente... sfuggenti. «Stiamo controllando ogni buco della casa (perché quelli sono i suoi rifugi preferiti) e speriamo ancora di riuscire a trovarlo presto». Anche perché, se dovesse essere riuscito a lasciare l’abitazione, difficilmente potrebbe essere ancora vivo, viste le temperature rigide di questi giorni. I pitoni reali, infatti, per poter sopravvivere necessitano di un ambiente stabile fra i 25 e i 30 gradi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Un altro nido comunale atteso sotto l’albero

    Locarno

    Approvata all’unanimità la mozione per ampliare l’offerta rivolta ai piccoli – Entro la fine di dicembre il Municipio dovrà presentare un progetto concreto che risponda
    ai quesiti sulla reale necessità di una seconda struttura e sulla sua sostenibilità finanziazia

  • 2
  • 3

    L’Alternativa per Gordola

    Elezioni

    Il gruppo dell’area della sinistra ecologista si ripresenta alle elezioni – In corsa il municipale uscente e consigliere nazionale Bruno Storni

  • 4
  • 5

    Una terza corsia tutta per gli autobus

    Locarno

    Il Municipio chiede un credito di poco superiore ai 710 mila franchi per un intervento che si rende necessario in vista della rivoluzione del trasporto pubblico in programma a dicembre - L’opera sarà realizzata sul Lungolago Motta

  • 1
  • 1