Segnalazioni da Chiasso ad Airolo, si battono e ribattono tutte le piste

Parapendista scomparso

Il maltempo dell’altra sera potrebbe aver cambiato la situazione: si setacciano di nuovo zone già perlustrate – Decine di specialisti forniscono il proprio aiuto, anche l’azienda americana che produce il rilevatore di posizione utilizzato dal 35.enne locarnese

Segnalazioni da Chiasso ad Airolo, si battono e ribattono tutte le piste
Il 35.enne decollato sabato da Cimetta è un pilota esperto e conosce bene la rotta che ha deciso effettuare sabato. © CdT/Archivio

Segnalazioni da Chiasso ad Airolo, si battono e ribattono tutte le piste

Il 35.enne decollato sabato da Cimetta è un pilota esperto e conosce bene la rotta che ha deciso effettuare sabato. © CdT/Archivio

Il territorio di scandagliare è davvero vasto. Molto più che in altre occasioni, quando a sparire o a richiedere aiuto è un’escursionista in difficoltà. A complicare le operazioni di ricerca del parapendista disperso da sabato, infatti, v’è proprio la componente del volo, che può aver portato il 35.enne del Locarnese a decine di chilometri di distanza rispetto alle tracce «elettroniche» lasciate sul suo tragitto. Ricordiamo che il suo rilevatore di posizione ha funzionato fino all’alta val Bognanco nell’Ossola, mentre il suo cellulare ha agganciato un ripetitore di Someo attorno alle 18.30. Ma ciò non significa che sia atterrato nelle vicinanze dell’una o dell’altra zona.Le ricerche, dunque, continuano a ritmo serrato. In campo la Polizia cantonale, gli uomini del Soccorso alpino svizzero,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1