“Senza auto, poveri negozi”

La Società commercianti contraria alla pedonalizzazione di Città Vecchia a Locarno, proposta da socialisti e verdi

“Senza auto, poveri negozi”
Fa discutere la proposta di estromettere le auto da Città Vecchia a Locarno.

“Senza auto, poveri negozi”

Fa discutere la proposta di estromettere le auto da Città Vecchia a Locarno.

LOCARNO - La SCIA (Società commercianti, industriali e artigiani del Locarnese) teme il ripetersi di quanto avvenuto in piazza Grande. Così si dichiara contraria alla proposta di socialisti e verdi, lanciata con tanto di relativa petizione, che mira alla pedonalizzazione di Città Vecchia. Una proposta definita dal comitato della SCIA "fine a se stessa" e che andrebbe "a colpire proprio quei piccoli commerci di città, che da anni soffrono di un costante calo delle clientela". Per la SCIA, dunque, è meglio sostenere l'attuale Zona Incontro, che limita la velocità a 20 km/h e dà la precedenza ai pedoni, così come le modifiche in corso presentate dal Municipio. Modifiche riguardanti in particolare la pianificazione e l'autosilo che si intende costruire sotto il parco Balli, con conseguente rimozione di posteggi in superficie.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
    Locarno

    La Città pensa a chi ha la passione ma non l’orto

    È pronto il progetto per la creazione dei primi sedici appezzamenti coltivabili nella zona della Morettina – Ulteriori spazi potrebbero essere ricavati davanti al Parco Robinson ma tutto dipenderà dalle nuove priorità d’investimento

  • 2
    ONSERNONE

    Lo sciacallo dorato non se ne è ancora andato

    Dopo essere stato fotografato a metà aprile, il canide simile alla volpe è stato avvistato almeno altre tre volte nelle frazioni di Vergeletto e Crana - Significa che si è stabilito da noi? Per gli esperti è prematuro dirlo

  • 3
  • 4
    Locarno

    Là dove la solidarietà si declina in infinite forme

    Accanto al servizio dei pranzi da asporto (nato nel picco della crisi) Casa Martini riapre la mensa sociale – Oltre trenta pasti gratuiti al giorno per chi è più in difficoltà – Intanto si prepara l’accoglienza notturna che partirà a luglio

  • 5
    Locarnese

    Al lago, al fiume o in piazza, ma con la testa sulle spalle

    Ancora chiusi i lidi, moltissimi bagnanti hanno affollato gli altri luoghi di svago della regione, ma rispettando le distanze e senza creare i temuti assembramenti dei giorni scorsi - Folta presenza di polizia per monitorare la situazione - FOTO e VIDEO

  • 1