Stop ai progetti edilizi per 5 anni sul Monte Bré

LOCARNO

Il Cantone dà preavviso positivo sulla Zona di pianificazione che punta a salvaguardare il territorio

Stop ai progetti edilizi per 5 anni sul Monte Bré
© CdT/Pedrazzini

Stop ai progetti edilizi per 5 anni sul Monte Bré

© CdT/Pedrazzini

La sezione dello sviluppo territoriale del Dipartimento del territorio ha trasmesso il proprio preavviso positivo sulla Zona di pianificazione che per i comparti di Bré e Colmanicchio per una durata di 5 anni, quale misura di salvaguardia del territorio. Detto altrimenti, stop ai progetti edilizi nella zona in cui un gruppo di investitori mirava a realizzare un maxi resort. Il Municipio ha dal canto suo già deciso di procedere alla pubblicazione della «celere decisione, che permetterà alla zona di pianificazione di esplicare i suoi effetti in tempi brevi».

«Questo ultimo passo, sancito dalla Legge sullo sviluppo territoriale (art. 59 Lst), costituiva l’ultima formalità prima della pubblicazione e dell’entrata in vigore della zona di pianificazione per i comparti di Bré e Colmanicchio per una durata di 5 anni, quale misura di salvaguardia del territorio», si legge in una nota di Palazzo Marcacci. Nel frattempo, alla Commissione Piano regolatore del Consiglio comunale spetterà il compito di elaborare una proposta concreta che costituisca la miglior soluzione per il quartiere di Monte Bré, tenendo pure conto della volontà popolare espressasi a favore di una maggiore tutela del comparto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    L’acqua resta potabile nonostante la torbidità

    Verzasca

    Il problema, che riguarda i comuni di Minusio e Tenero-Contra, è dovuto allo svuotamento del bacino idroelettrico di Vogorno che ha provocato la mobilizzazione di sedimenti e l’intorbidimento delle acque del fiume a valle della diga - Il Dipartimento del territorio raccomanda in ogni caso alla popolazione un uso parsimonioso dell’acqua potabile

  • 2
  • 3

    Una gelata di ricorsi ritarda ancora la fioritura del Parco Balli

    Polomone verde

    Dopo il via libera del Governo all’approvazione del Legislativodi Locarno, nuovi ostacoli sul cammino della variante pianificatoria – In attesa di poter lanciare il concorso di progettazione, il giardino sarà comunque riaperto provvisoriamente al pubblico in primavera

  • 4

    Il delitto di Muralto tornerà in aula

    Locarno

    Gli avvocati del 32.enne tedesco, Yasar Ravi e Luisa Polli, hanno inoltrato la dichiarazione di appello dopo aver esaminato le motivazioni scritte della sentenza di primo grado

  • 5

    Anno decisivo per un castello che vuol tornare a pulsare

    Locarno

    L’obiettivo del Municipio è presentare la richiesta di credito legata al recupero del maniero entro la fine del 2022 – A breve il primo incontro con l’Ufficio dei beni culturali per concordare gli interventi il cui costo è stimato in 15 milioni

  • 1
  • 1