«Stringi i denti ancora un po’ che presto ti trovano»

LOCARNESE

È un Ticino con il fiato sospeso da cinque giorni, con la speranza nel cuore di ritrovare il parapendista disperso da sabato scorso - Le ricerche sono tuttora in corso: ecco i consigli della Polizia cantonale

«Stringi i denti ancora un po’ che presto ti trovano»
© Ti-Press/F. Agosta

«Stringi i denti ancora un po’ che presto ti trovano»

© Ti-Press/F. Agosta

«Stringi i denti ancora un po’ che presto ti trovano». È un Ticino con il fiato sospeso da cinque giorni. Un Cantone che si è mobilitato con la speranza nel cuore, quella di ritrovare il 35.enne parapendista del Locarnese decollato da Cimetta sabato scorso poco prima di mezzogiorno e di cui si sono perse le tracce. Le ricerche sono in corso anche oggi, incessantemente. Tutte le segnalazioni (sono una quarantina quelle giunte in meno di una settimana) sono state verificate, ma purtroppo non hanno portato all’esito sperato. Gli specialisti e gli amici dell’uomo, però, non demordono. Credono nel miracolo.

«Stringi i denti ancora un po’ che presto ti trovano»

Le ricerche sia via aria sia via terra, ci fa sapere oggi il Servizio stampa della Polizia cantonale, proseguono in zone mirate definite in base alle analisi degli specialisti. Per quanto riguarda chi intende collaborare alle ricerche, la Polizia chiede di «recarsi nelle zone che frequenta solitamente, che conosce bene, e binocolo alla mano osservare attentamente il paesaggio per trovare qualche indizio». Si invita comunque alla prudenza, a non avventurarsi in zone impervie o pericolose: «Infatti per le ricerche in quelle aree vi sono gli specialisti della montagna dotati dell’equipaggiamento necessario».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1

    «Lascio una squadra affiatata»

    Locarno

    Il vicesindaco della Città Paolo Caroni, che ha deciso di non ricandidarsi alle imminenti elezioni, racconta la sua lunga esperienza vissuta all’interno del Municipio – Dai progetti andati in porto alle visioni disegnate per il futuro, sottolinea lo spirito che l’Esecutivo ha saputo costruire

  • 2

    Una preziosa perla salvata e tutta da scoprire

    losone

    Si sta concludendo l’operazione di restauro degli affreschi quattrocenteschi nella chiesa di San Giorgio – Ora il pubblico potrà tornare nell’antico coro per ammirare i dipinti attributi dagli esperti alla nota Bottega dei Seregnesi

  • 3
  • 4

    Museo a Locarno? «Opportunità irripetibile»

    Appello

    In una lunga lettera alla Commissione della gestione del Gran Consiglio, la Società ticinese di scienze naturali sostiene l’ubicazione del Monastero di Santa Caterina per la nuova sede del Museo cantonale di storia naturale

  • 5

    Giovanni Frapolli dice addio a Bosco Gurin

    Turismo

    L’imprenditore bellinzonese, in rotta di collisione con il Patriziato, minaccia di chiudere e parla di smantellamento degli impianti: «Mi bloccano qualsiasi iniziativa e nemmeno Comunie ASCOVAM sono riusciti a convincerli della bontà dei miei progetti» - Domani assemblea decisiva

  • 1
  • 1