Sui bus e sul trenino blu condizioni di lavoro all’avanguardia

LOCARNO

La direzione delle Fart e i sindacati hanno siglato un nuovo contratto collettivo, che entrerà in vigore a partire dal primo gennaio – Condizioni chiare per la tutela del personale

Sui bus e sul trenino blu condizioni di lavoro all’avanguardia
Il nuovo contratto collettivo delle Fart rimarrà in vigore fino al 2025. © CdT/Archivio

Sui bus e sul trenino blu condizioni di lavoro all’avanguardia

Il nuovo contratto collettivo delle Fart rimarrà in vigore fino al 2025. © CdT/Archivio

Dal primo gennaio il personale delle Fart potrà beneficiare di condizioni di lavoro all’avanguardia. E questo grazie al nuovo contratto collettivo siglato dalla direzione dell’azienda di trasporti e dai partner sociali Sev, Unia e Ocst. Il documento sostituirà l’attuale Regolamento organico e permetterà una gestione del personale dinamica e moderna, con condizioni chiare che resteranno in vigore fino al 2025. Ad esprimere soddisfazione per l’accordo sono il direttore delle Fart, Claudio Blotti, e, per il fronte sindacale, Angelo Stroppini. Il primo sottolinea il grande impegno per individuare «soluzioni sostenibili tanto per l’azienda, quanto per il personale». Il segretario del Sev mette invece in rilievo «la volontà di rispondere in modo efficace alla tutela dei dipendenti, fornendo all’azienda uno strumento di lavoro in sintonia con i tempi». Il nuovo strumento è già stato approvato sia dal Consiglio di amministrazione delle Fart sia dall’assemblea delle maestranze.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Quei conti a pareggio che dividono la Gestione

    Locarno

    I due commissari del PS propongono di respingere il messaggio sul Preventivo 2020 – I risultati presentati dalla Città sarebbero falsati da diverse questioni sulle quali pendono dei ricorsi – La maggioranza promuove invece l’Esecutivo per aver contenuto le spese mantenendo i servizi

  • 2
  • 3
  • 4

    L’agricoltura in città costa poco e frutta molto

    Locarno

    Presentati i risultati del Progetto mais grazie al quale si è coltivato un arido terreno di 100 metri quadrati – Nel secondo anno di sperimentazione è stato prodotto l’equivalente del fabbisogno calorico di un adulto per 50 giorni

  • 5
  • 1
  • 1