Sui bus e sul trenino blu condizioni di lavoro all’avanguardia

LOCARNO

La direzione delle Fart e i sindacati hanno siglato un nuovo contratto collettivo, che entrerà in vigore a partire dal primo gennaio – Condizioni chiare per la tutela del personale

Sui bus e sul trenino blu condizioni di lavoro all’avanguardia
Il nuovo contratto collettivo delle Fart rimarrà in vigore fino al 2025. © CdT/Archivio

Sui bus e sul trenino blu condizioni di lavoro all’avanguardia

Il nuovo contratto collettivo delle Fart rimarrà in vigore fino al 2025. © CdT/Archivio

Dal primo gennaio il personale delle Fart potrà beneficiare di condizioni di lavoro all’avanguardia. E questo grazie al nuovo contratto collettivo siglato dalla direzione dell’azienda di trasporti e dai partner sociali Sev, Unia e Ocst. Il documento sostituirà l’attuale Regolamento organico e permetterà una gestione del personale dinamica e moderna, con condizioni chiare che resteranno in vigore fino al 2025. Ad esprimere soddisfazione per l’accordo sono il direttore delle Fart, Claudio Blotti, e, per il fronte sindacale, Angelo Stroppini. Il primo sottolinea il grande impegno per individuare «soluzioni sostenibili tanto per l’azienda, quanto per il personale». Il segretario del Sev mette invece in rilievo «la volontà di rispondere in modo efficace alla tutela dei dipendenti, fornendo all’azienda uno strumento di lavoro in sintonia con i tempi». Il nuovo strumento è già stato approvato sia dal Consiglio di amministrazione delle Fart sia dall’assemblea delle maestranze.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Sembra andare meglio alle «Maldive di Milano»

    Territorio

    La Fondazione Verzasca valuta positivamente l’effetto delle misure introdotte a metà luglio per gestire il forte afflusso di visitatori: «II nostro messaggio è stato recepito» - Secondo Alessandro Speziali i residenti hanno capito che senza turismo la valle non ha un futuro - LE FOTO

  • 2
  • 3

    Prendono vita le opere di Vincenzo Vela

    Arte

    Riproduzione in 3D delle sculture a Locarno e Giornico grazie all’iniziativa di Philippe Antonello e Stefano Montesi e in onore del bicentenario della nascita

  • 4

    Sarà mica un sole quello: «Che degrado»

    LOCARNO

    Interrogazione interpartitica sull’astrovia, il percorso che si snoda dalla Città per arrivare fino a Tegna, lungo le rive della Maggia - Con degli «interventi semplici» si può rimediare alle condizioni di «deterioramento» nelle quali si trova la passeggiata di 6 chilometri

  • 5
  • 1
  • 1