Tegna ha il cuore devastato: «Siamo ancora increduli»

INCIDENTE

In paese e sui social network è tanta la commozione per la morte del 29.enne, persona nota e benvoluta - «Ci mancherai» scrivono gli amici sulla sua bacheca Facebook

Tegna ha il cuore devastato: «Siamo ancora increduli»
© CdT/Archivio

Tegna ha il cuore devastato: «Siamo ancora increduli»

© CdT/Archivio

In un giorno che avrebbe dovuto essere di festa, il 1. agosto, la Vallemaggia e le Terre di Pedemonte si sono svegliate con il cuore devastato. Di nuovo, come era già successo ieri quando era stato ritrovato il corpo senza vita del parapendista disperso da sei giorni. Questa volta, in particolare, a piangere è la comunità di Tegna, dove risiedeva il 29.enne morto nelle prime ore di oggi a seguito di un incidente motociclistico.

«Siamo ancora increduli. Non so cosa dirle», rileva un abitante. Nessuno, comprensibilmente, ha voglia di parlare. Troppo forte il dolore per la perdita del giovane molto conosciuto nella regione in quanto titolare di una piccola impresa. Appassionato di viaggi e di sport in generale, il 29.enne viene ricordato in queste ore dagli amici e dai conoscenti sui social network. «Ci mancherai», recita uno dei messaggi che stanno riempiendo la sua pagina Facebook.

L’inchiesta di polizia sta intanto cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente capitato questa notte, poco prima delle 2, ad Avegno. Il 29.enne era diretto a casa, a Tegna, quando nell'effettuare una curva a sinistra ha perso il controllo della moto andando dapprima a sbattere violentemente contro un muretto e terminando quindi la sua corsa in un prato a una quarantina di metri di distanza. Il giovane è morto a causa delle gravi ferite riportate. La polizia, come detto, invita eventuali testimoni che avessero assistito all'incidente a contattare il Comando allo 0848/25.55.55.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 1