Trovato senza vita il parapendista ticinese

locarnese

Il corpo del 34.enne scomparso sabato scorso è stato rinvenuto in una zona impervia della valle del Chignolasc, una valle laterale della Valle Maggia, a circa 1700 metri d’altitudine

Trovato senza vita il parapendista ticinese
© CdT/Archivio

Trovato senza vita il parapendista ticinese

© CdT/Archivio

Dopo quasi una settimana di ricerche la speranza di trovare in vita il parapendista disperso da sabato si è tragicamente spenta. La Polizia cantonale ha comunicato che il corpo del 34.enne ticinese è stato rinvenuto in una zona impervia della valle del Chignolasc - una valle laterale della Valle Maggia - a un’altitudine di circa 1720 metri. Alle ricerche, coordinate dalla Polizia cantonale, hanno contribuito l’Esercito, la REGA, il Soccorso alpino svizzero, le Guardie di confine, il Care Team, diversi enti di soccorso sia svizzeri sia italiani e numerosi volontari.

L’uomo, ricordiamo, era decollato sabato scorso attorno alle 11.30 da Cardada-Cimetta assieme ad alcuni compagni d’avventura e il piano era quello di sorvolare la zona di confine tra il Vallese e l’Italia, tra il Sempione e il Corno Gries, per poi tornare. Il 34.enne era però rimasto indietro e verso Domodossola aveva perso il contatto visivo con i compagni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
  • 2

    «Lascio una squadra affiatata»

    Locarno

    Il vicesindaco della Città Paolo Caroni, che ha deciso di non ricandidarsi alle imminenti elezioni, racconta la sua lunga esperienza vissuta all’interno del Municipio – Dai progetti andati in porto alle visioni disegnate per il futuro, sottolinea lo spirito che l’Esecutivo ha saputo costruire

  • 3

    Una preziosa perla salvata e tutta da scoprire

    losone

    Si sta concludendo l’operazione di restauro degli affreschi quattrocenteschi nella chiesa di San Giorgio – Ora il pubblico potrà tornare nell’antico coro per ammirare i dipinti attributi dagli esperti alla nota Bottega dei Seregnesi

  • 4
  • 5

    Museo a Locarno? «Opportunità irripetibile»

    Appello

    In una lunga lettera alla Commissione della gestione del Gran Consiglio, la Società ticinese di scienze naturali sostiene l’ubicazione del Monastero di Santa Caterina per la nuova sede del Museo cantonale di storia naturale

  • 1
  • 1