Un bonus per attirare le famiglie

Brione sopra Minusio ha deciso di adottare una politica di incentivi, a cominciare dall'introduzione di un bonus bebè del valore di 650 franchi annui per ogni figlio

Un bonus per attirare le famiglie

Un bonus per attirare le famiglie

BRIONE SOPRA MINUSIO - Sulla scia di quanto già fatto da diversi Comuni ticinesi e confederati, anche Brione sopra Minusio ha deciso di adottare una politica di incentivi per le famiglie. A cominciare dall'introduzione di un bonus bebè del valore di 650 franchi annui per ogni figlio. Un'iniziativa volta, da un lato, a «premiare le famiglie già domiciliate», spiega al Corriere del Ticino la sindaca Fabrizia Milesi e, dall'altro, a «incoraggiare altri genitori a trasferirsi con i loro figli a Brione sopra Minusio, al fine di ovviare al calo di bambini in età scolastica». Nel paese collinare, infatti, da qualche tempo a questa parte si registrano poche nascite (in media 1-2 all'anno). Oltre a una costante riduzione della popolazione, passata nell'arco di quattro anni – cioè dalla fine del 2013 al 31 dicembre 2017 – da 547 abitanti a 490. Ecco, dunque, che il Municipio si è attivato per invertire questa tendenza. L'ordinanza municipale concernente il bonus bebè entrerà in vigore domani, 1. novembre, con valore retroattivo: «L'assegno comunale di prima infanzia – spiega la sindaca – potrà essere richiesto da tutte le famiglie con figli nati o adottati dopo il 1. gennaio 2017». Inoltre, il bonus bebè «viene corrisposto fino al terzo anno d'età – aggiunge –, a partire dal 2018». Esso è destinato unicamente alle famiglie domiciliate nel Comune e «nel caso di genitori divorziati, separati, non coniugati o non conviventi, l'assegno sarà versato al genitore affidatario». «Non hanno diritto al bonus bebè – viene specificato nell'ordinanza – le famiglie che fanno capo all'assistenza sociale».

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Locarno
  • 1
    Collegio Papio

    Un prezioso gioiello verde nascosto nel cuore di Ascona

    Pronto per essere restaurato e riqualificato il giardino dell’istituto, unico parco borromaico del cantone – Di quasi 2 milioni di franchi l’investimento previsto per l’intervento, dopo il quale l’area sarà aperta anche al pubblico

  • 2
  • 3
    Locarnese e valli

    Ajla Del Ponte corre veloce con le FART

    Inaugurata la collaborazione tra l’atleta ticinese di punta e la Centovallina per un’immagine da veicolare sia a livello nazionale che internazionale

  • 4
    Locarno

    Raffica di domande contro cementificazione e speculazione

    Matteo Buzzi e Marko Antunovic interrogano il Municipio alla ricerca di nuove misure per preservare il territorio ed evitare ulteriori costruzioni che rimangano sfitte – Tra le proposte una zona di pianificazione che limiti alle ristrutturazioni gli interventi edilizi possibili in città

  • 5
  • 1