Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada

Locarno

In molti si sono ritrovati per contestare il nuovo progetto para-alberghiero - GUARDA LE FOTO

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada
(foto Reguzzi)

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada

(foto Reguzzi)

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada
(foto Reguzzi)

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada

(foto Reguzzi)

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada
(foto Reguzzi)

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada

(foto Reguzzi)

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada
(foto Reguzzi)

Un folto «sit in» contro il resort tra il Monte Brè e Cardada

(foto Reguzzi)

Una folta folla si è riunita oggi a mezzogiorno all'incrocio tra le vie Monte Brè, Tre Tetti e Patocchi a Locarno per prendere parte al "sit in" organizzato dall'associazione Salva Monte Brè per sottolineare la propria contrarietà al megaprogetto edilizio para-alberghiero che un gruppo di imprenditori vorrebbe costruire sulla montagna locarnese. Ad animare la manifestazione pubblicata anche un'azione teatrale messa in scena dal Teatro dei Fauni. Nell'occasione i partecipanti sono stati invitati dai promotori a creare un'opera d'arte scrivendo, disegnando o apponendo la propria firma sulla carreggiata con dei gessi colorati.


Al "sit in" ha fatto seguito in serata a Palazzo Marcacci una tavola rotonda e un dibattito.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    L'aiuto agli amici alati passa dal web

    Avifauna

    L’Associazione per la protezione degli uccelli selvatici costretta a riorganizzarsi: sempre di più le richieste ma mancano fondi e volontari – Chiuso il Centro di Intragna, l’attività punterà su informazione e sensibilizzazione

  • 2

    Uno stop al porto, finché non si abbassa il lago

    Gambarogno

    L’innalzamento del Verbano ha costretto a una pausa il cantiere già bene avviato a San Nazzaro – Il sindaco: «I lavori, in stato avanzato, ripartiranno il prima possibile» – Intanto si pensa a migliorare la fruibilità delle rive con altre opere

  • 3
  • 4
  • 5

    Tre saggi per riflettere sul busillis degli scarti verdi

    Compostaggio

    Dopo il no all’ipotesi Pizzante il dossier locarnese affidato a un gruppo di lavoro sotto l’egida dell’Ente regionale – Il municipale cittadino Bruno Buzzini: «Prima di decidere dove fare l’impianto, dobbiamo stabilire se ci serve davvero»

  • 1
  • 1