Curiosità

Una sfida all’ultimo colpo d’ascia

Torna a Sonogno, in val Verzasca, il Pentathlon del boscaiolo - L’appuntamento è per sabato 14 settembre e fra le novità anche diversi provvedimenti per la tutela dell’ambiente, come le motoseghe ad accumulazione e un servizio di bus navetta

Una sfida all’ultimo colpo d’ascia
Cinque le prove che dovranno essere affrontate dai 98 selvicoltori. (foto Maffi)

Una sfida all’ultimo colpo d’ascia

Cinque le prove che dovranno essere affrontate dai 98 selvicoltori. (foto Maffi)

La vitalità del territorio è uno degli obiettivi del nuovo Comune di Verzasca. Niente di meglio, dunque, che proporre eventi di richiamo, magari al di fuori dei picchi dell’alta stagione turistica. Sono queste considerazioni che hanno spinto a riportare in valle il Pentathlon del boscaiolo, giunto alla sua 29.esima edizione. Sabato 14 settembre, dalle 9 e per tutta la giornata, si daranno appuntamento a Sonogno 98 abili selvicoltori, fra i quali ben 15 apprendisti, che si sfideranno a colpi d’ascia e tagli di motosega. L’evento è promosso da BoscoTicino e co-organizzato quest’anno da un comitato locale composto dalla Fondazione Verzasca e dai Comuni verzaschesi, dai Patriziati di Verzasca e Piano, con il patrocinio del Dipartimento del territorio e il supporto della Federlegno.ch.

Cinque, evidentemente, le prove nelle quali si confronteranno i partecipanti per ottenere il titolo di miglior boscaiolo del cantone (in gara anche due squadre da oltre Gottardo e due dall’Italia). Particolarmente nutrito anche il programma delle attività collaterali, a partire dall’atteso concorso di sculture con motosega. Poi l’arrampicata sul palo, il mini-pentathlon dei bambini (iscrizioni dalle 10, posti limitati a 200) e un concorso di disegno. Non mancheranno bancarelle di artigianato e prodotti locali, la fiera forestale, musica con i corni delle alpi e punti di ristoro per pranzare e cenare con specialità nostrane (dopo di che continuare a festeggiare in musica).

Fra le novità, misure a sostegno dell’ambiente (come le stoviglie biodegradabili, la benzina alchilata per gli apparecchi e le motoseghe ad accumulazione) e un servizio di navetta gratuito, con 5 bus, a partire da speciali aree di posteggio segnalate da metà valle. Una vera festa del territorio, insomma, che, hanno sottolineato il presidente Hendrik Bang e Giuliano Gambetta per i co-organizzatori, «permetterà ai visitatori di vivere emozioni a contatto con la natura e la realtà locale».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Locarno
  • 1
    Gambarogno

    A Caviano un tetto che spicca sugli altri

    Festa ai Cento Campi per il restauro dell’unico edificio del Ticino con una copertura in paglia – Rinnovata una tradizione antichissima - Targa di ringraziamento all’agricoltore Walter Keller

  • 2
  • 3
    Sport giovanile

    La fiamma olimpica parte da Tenero

    Con una torcia proveniente da Atene, la fiamma dei giochi di Losanna 2020 sarà accesa durante l’apertura del campo 3T – Partirà poi per un giro che toccherà tutti i cantoni

  • 4
    Manifestazione

    La Val Verzasca incorona il miglior boscaiolo

    Il 29. Pentathlon del boscaiolo è stato vinto sabato dal locarnese Claudio Groppengiesser - Il trofeo per la miglio squadra è andato ai Wald Verzasca - GUARDA LE FOTO

  • 5
    Solidarietà

    Il successo cresce dal basso

    L’esempio virtuoso di SAED Etiopia, che da 10 anni promuove progetti di sviluppo in Africa – Il presidente: «La nostra regola è di partire sempre dalle richieste della popolazione locale»

  • 1