Una sfida straordinaria per i militi in arancione

Locarno e Vallemaggia

L’attività del 2021 della Protezione civile ancora fortemente contraddistinta dall’impegno sul fronte pandemico – Senza dimenticare i normali corsi e la formazione, perché gli eventi naturali non si fermano di fronte al virus

Una sfida straordinaria per i militi in arancione
La PCi sempre al fronte per la pandemia, ma anche per gli eventi naturali. © Ti-Press/Pablo Gianinazzi

Una sfida straordinaria per i militi in arancione

La PCi sempre al fronte per la pandemia, ma anche per gli eventi naturali. © Ti-Press/Pablo Gianinazzi

Non solo la COVID-19, ma anche l’attività regolare con tanto della necessaria formazione. Perché, malgrado la pandemia, il mondo non si è fermato. E, come dimostrato tra fine estate e inizio autunno con i danni del maltempo, gli eventi naturali non smettono di presentare il conto. Sarà dunque, almeno nel primo semestre, un anno assai impegnativo quello che attende la Protezione civile Locarno e Vallemaggia (PCi), che in questi giorni ha tenuto l’assemblea del Preventivo (diretta con piglio da Aldo Daniele Zwikirsch).Le previsioni contabili per il 2021, spiega il segretario Fabio Rianda, indicano spese per 1.738.784 franchi, con un fabbisogno a carico dei Comuni pari a 1.379.984. Cifre in linea con quelle delle previsioni per il 2020. Anche perché, ricorda il comandante Lorenzo Manfredi, il...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Locarno
  • 1

    Golf, dei reclami «temerari»

    Il caso

    Il botta e risposta tra il club patriziale di Ascona e l’associazione nazionale rivela l’incomprensione che sta alla base del «blitz» di Polizia nelle due strutture del Locarnese - Già a inizio mese si ventilava l’idea di non rispettare quanto indicato da Swiss Golf

  • 2

    Banca, commercio e benzina: l’evoluzione di piazza Muraccio

    Locarno

    Novità in vista per il centralissimo comparto cittadino: Raiffeisen amplierà la propria sede occupando gli spazi dell’ex Cartoleria Mazzoni – In fase preliminare un progetto sulla stessa proprietà per una nuova palazzina dove si insedierebbe un negozio Coop Pronto con stazione di servizio

  • 3
  • 4
  • 5

    Si rallenta e si blocca per una mobilità a misura d’uomo

    Losone

    Il Consiglio comunale approva la chiusura al traffico di via Cesura che aveva diviso la Commissione opere pubbliche – L’operazione permetterà di creare una fascia fruibile e sicura fra l’attuale residenza per anziani e il futuro Centro polivalente – Sì anche alle Zone 30 nei quattro nuclei storici

  • 1
  • 1