logo

“Io su quel treno non dovevo neanche esserci”

Tragedia sfiorata a Magliaso: parlano Aurelio Giudici e Gora Diop, i due uomini intervenuti per evitare il peggio alla bimba trascinata dal convoglio

CdT/MdB
Gora (a sinistra) è corso ad aiutare la giovane appena il treno si è fermato. Aurelio (destra), ha azionato il freno d'emergenza.
 
13
marzo
2018
06:33
StF

MAGLIASO - Sono in pochi a potersi dire pronti ad agire in situazioni inaspettate, d'emergenza, in cui una scelta da compiere in pochi attimi può fare una differenza importante. Ad esempio chi, per lavoro o per passione, sa che potrebbe trovarsi in tali condizioni e si prepara di conseguenza. Ma anche così le conoscenze restano teoriche, tutte da dimostrare all'atto. Se si è pronti o meno lo si scopre solo quando l'imprevisto accade per davvero. Quando si riesce ad agire e a compiere scelte sensate, e non ci si paralizza. E ieri sul treno a Magliaso è toccato scoprirlo ad Aurelio «Auri» Giudici, 54 anni, e a Gora Diop, 39 anni, entrambi residenti a Varese: oggi sanno che le loro decisioni in quei momenti hanno probabilmente salvato una giovane vita. «Io su quel treno nemmeno dovevo esserci – ha affermato Giudici, che ha attivato il freno d'emergenza. – Ero in Ticino per trovare mia madre, cosa che di solito faccio di venerdì, ma quel giorno non stavo bene» (...).

L'altro passeggero era Diop, che si trovava in Ticino in visita alla fidanzata: «Ero seduto nei pressi della porta e ho visto che questa si era chiusa con fatica, ma il treno è partito lo stesso – ci ha raccontato –. Poi ho sentito un rumore e ho visto il piede incastrato della bambina».

Tutta la storia raccontata dai due uomini a pagina 11 sul Corriere del Ticino di oggi.

Prossimi Articoli

“Abbiamo combattuto la droga, ora il Gigante Giallo”

Il presidente di Besso Pulita Ugo Cancelli si batte per evitare la chiusura della Posta del quartiere

Presto l'incontro tra Finzi Pasca e LAC

La Compagnia del regista luganese sta preparando i documenti per rispondere alla lettera inviata da Municipio ed Ente autonomo esattamente una settimana fa

Investito dall'autopostale: la vittima è un 48.enne italiano

È stato identificato lo scooterista morto ieri in un terribile incidente a Cademario

Edizione del 21 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top