logo

Maxi truffa a Latina con base a Lugano

La Polizia di Stato italiana ha arrestato 13 persone legate a una complessa rete di riciclaggio internazionale tra l'Italia e la Svizzera

Polizia di Stato italiana
 
16
aprile
2018
13:09
Red. Online

LUGANO - La Polizia di Stato di Latina ha arrestato 13 persone legate a una complessa rete di riciclaggio internazionale tra l'Italia e la Svizzera che vede coinvolte 4 società anonime con sede presso una fiduciaria di Lugano operante nel settore della consulenza e gestione dei patrimoni. Le tredici persone fermate in collaborazione con la Guardia di Finanza, secondo quanto comunicato dagli inquirenti italiani, sono ritenute responsabili, a vario titolo, di "associazione per delinquere finalizzata al riciclaggio aggravato dalla transnazionalità, al trasferimento fraudolento di valori, alla bancarotta fraudolenta, nonché di innumerevoli reati tributari e societari". Secondo alcuni media italiani sarebbe stato arrestato anche un ex-deputato italiano di Fratelli d'Italia. 

Le indagini della Polizia italiana, avviate nel 2015 e a cui sono seguite anche due rogatorie internazionali con le autorità elvetiche, hanno consentito di svelare un articolato sistema di frode attuato mediante l´emissione e l´utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per un valore complessivo di oltre 200 milioni di euro, e di effettuare sequestri nei confronti di alcuni indagati per un valore complessivo di oltre 40 milioni di euro.

La Polizia di Stato italiana precisa nel comunicato che le indagini hanno in particolare evidenziato il ruolo di un commercialista pontino quale "promotore ed organizzatore di una complessa associazione per delinquere, composta da una rete di fiduciari che, attraverso la costituzione di società schermo, sia in territorio svizzero che in quello italiano, hanno movimentato ingenti capitali sovente utilizzati per acquisizioni immobiliari, per illecito arricchimento personale, oltre che per il finanziamento occulto della società sportiva U.S. Latina Calcio, già militante nel campionato nazionale di serie B".

  Il video della Polizia di Stato italiana

Prossimi Articoli

Gravi ferite per la giovane che ha mancato la piscina

La 19.enne svizzera è atterrata sul prato dopo un volo di circa 4 metri - L'infortunio è avvenuto a Curio, la vita della ragazza non sarebbe in pericolo

Con le targhe “sbagliate” e senza patente si danno alla fuga

Un 42.enne italiano e una 28.enne turca, entrambi domiciliati nel Luganese, sono stati fermati questa notte a Melide dopo essere sfuggiti a un controllo

Argo1: ex agente indagato anche in Italia

Il Tribunale penale federale concede l'assistenza giudiziaria alla vicina Penisola - L'uomo aveva fatto propaganda jihadista in Ticino e aiutato dei foreign fighters a raggiungere i territori dello Stato islamico

Edizione del 16 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top