logo

ERS: fuori Bruschetti, dentro Borradori

Il sindaco di Massagno lascerà l'Ente regionale di sviluppo del Luganese, di cui era al timone fin dalla sua creazione nel 2010

Archivio CdT
 
14
giugno
2018
21:34

LUGANO - Durante l'assemblea dell'Ente regionale di sviluppo sono stati annunciati due avvicendamenti importanti nel comitato esecutivo. Il primo riguarda Michele Foletti. Al suo posto la Città sarà rappresentata dal sindaco Marco Borradori. Un cambio «tecnico» visto che, con la revisione dei dicasteri, la Divisione sviluppo economico è passata dalle Finanze (di cui Foletti è capodicastero) alle Istituzioni (seguite da Borradori). Meno tecniche sono invece le dimissioni del presidentissimo Giovanni Bruschetti (sindaco di Massagno), al timone dell'Ente fin dalla sua creazione nel 2010. Bruschetti ha motivato la sua uscita di scena parlando di «giusto e doveroso ricambio», anche se in molti in sala sapevano che dietro la scelta del sindaco di Massagno ci sarebbero - almeno in parte - motivazioni riguardanti per esempio una certa visione sul ruolo che l'Ente dovrebbe avere, anche a livello istituzionale.

Prossimi Articoli

Svelato Artinbosco in Capriasca

Un nuovo percorso espositivo presenta grandi installazioni realizzate in materiali naturali nei boschi di San Clemente

Inchiesta al via sul degrado in un appartamento a Lugano

La coppia è accusata di violazione del dovere di assistenza o educazione - Coni figli e 18 cani vivevano nell'immondizia

Edizione del 26 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top