logo

Formula E: sarà una sfida Lugano-Berna?

Zurigo rinuncia a ospitare i bolidi elettrici nel 2019 e gli organizzatori si sono già rivolti a Lugano - Ma ora anche la capitale federale è interessata alla gara

Keystone
 
04
settembre
2018
11:06
ATS/Red.online

LUGANO/ZURIGO - Lo avevamo anticipato alcuni giorni fa: i responsabili della Formula E hanno (ri)preso contatto con il Municipio di Lugano per capire se esiste la possibilità di organizzare sulle rive del Ceresio il Grand Prix della Svizzera del 2019. E questo perché la città di Zurigo avrebbe rinunciato. E ieri è arrivata la conferma. Il Municipio zurighese ha deciso di non concedere l'approvazione per una gara di Formula E nell'ambito della Züri-Fäscht, in programma dal 5 al 7 luglio del 2019. Secondo l'Esecutivo cittadino l'Arboretum "non è adatto ad un uso intensivo" e pertanto si cerca una soluzione per trovare un circuito che non si trovi sul lago.

Il Municipio ha comunque valutato positivamente la gara tenutasi in giugno. Il feedback dei reparti di servizio coinvolti nell'amministrazione della città, nella popolazione, nei residenti locali, nell'industria e nell'albergatore è stato incluso nella valutazione.

Se sarà possibile trovare una soluzione, il Municipio zurighese sarà però a favore di una gara di Formula E nel 2020. La città è attualmente in trattative con gli organizzatori.

Lo scorso 10 giugno la prima corsa automobilistica di Formula E in Svizzera ha attirato a Zurigo oltre 100'000 spettatori. La manifestazione non ha però raccolto soltanto consensi: abitanti ed esercenti del quartiere di Enge, dove la competizione si è svolta, hanno lanciato una petizione per chiedere che un simile evento non si ripeta.
Dopo aver valutato i pro e i contro, il municipio è arrivato alla conclusione che la zona dov'è stato realizzato il circuito non è adatta per un simile evento: le strade e le vie laterali sono risultate troppo strette e le ripercussioni per gli abitanti troppo importanti, in particolare a causa della grande quantità di materiale necessario per allestire il circuito e le passerelle per il pubblico.
E l'anno prossimo come detto a Zurigo sono già previste altre grandi manifestazioni in centro, come la decima edizione del Pride Festival, alla fine di giugno, e lo Züri-Fäscht, in luglio. Per questo motivo e a causa delle reazioni della popolazione, il Municipio ha deciso di non rilasciare l'autorizzazione per il 2019.



Ritorno di fiamma a Lugano

E come detto, come da noi anticipato il 31 agosto, il Municipio di Lugano è già stato contattato dalla Formula E per capire se esiste la possibilità che la città sul Ceresio sostituisca Zurigo nell'organizzazione dell'evento nel 2019. Lugano, come noto, aveva ottenuto l'esclusiva elvetica per l'ePrix nel 2016, ma poi l'evento non era andato in porto per una lunga serie di motivi (sia di natura finanziaria che di natura politica visto che la gara automobilistica avrebbe richiesto importanti interventi stradali, come per esempio la riduzione della larghezza dei marciapiedi in alcuni punti del centro). Stando a nostre informazioni un incontro tra l'Esecutivo cittadino e gli organizzatori dell'ePrix è previsto a breve. 

E in corsa c'è anche Berna

Ma Lugano non è l'unica città elvetica in corsa per "subentrare" a Zurigo. Secondo Der Bund e secondo la Berner Zeitung anche la città di Berna avrebbe mostrato serio interesse per l'arrivo dei bolidi elettrici. 

 

La città di Lugano fa bene a riprovare a ospitare una tappa della Formula E?

67 %
No
30 %
Non so
3 %
Il sondaggio � stato chiuso il 05/09/2018
Articoli suggeriti

Formula E, un ritorno di fiamma per Lugano

I promotori delle gare con auto elettriche hanno incontrato il Municipio: l'intenzione è di portare i bolidi in riva al Ceresio nel 2019

Edizione del 19 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top