Malcantone

Acqua inquinata a Cademario, emergenza rientrata

Dopo molti giorni d’attesa, con le analisi di laboratorio di oggi sulla fornitura idrica è stato decretato nuovamente lo stato di potabilità

Acqua inquinata a Cademario, emergenza rientrata
(foto Maffi)

Acqua inquinata a Cademario, emergenza rientrata

(foto Maffi)

CADEMARIO - Si sono vissuti momenti piuttosto difficili a Cademario, fino a questo pomeriggio. Per molti giorni, da mercoledì scorso, nel Comune è stato decretato lo stato di non potabilità dell’acqua, a causa di un lieve inquinamento di origine batterica.

Una situazione che comunque, ci è stato confermato dal Municipio pochi minuti fa, è stata risolta oggi, anche se - come di prassi in questi casi - l’Esecutivo invita i cittadini del borgo malcantonese a lasciare scorrere l’acqua (calda e fredda) in tutti i rubinetti di casa per almeno cinque minuti. Il risciacquo dei rubinetti è molto importante per evitare una nuova contaminazione dell’acqua potabile.

Apparecchi domestici come filtri oppure apparecchi per il trattamento dell’acqua potabile, per esempio un impianto per l’addolcimento dell’acqua, devono essere controllati o sostituiti, per evitare una nuova contaminazione dell’acqua potabile. In caso di dubbi, andrebbe consultato del personale specializzato.

L’ultima emergenza, - ora appunto rientrata - riguardava il rifornimento proveniente dall’acquedotto comunale. Ma la rete di Cademario è allacciata anche alle strutture del Consorzio approvvigionamento idrico del Malcantone (CAIM). Come ci ha confermato il Municipio, in precedenza anche il CAIM ha avuto dei problemi, di altra natura, e i due eventi si sono praticamente sovrapposti.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Lugano
  • 1