Protezione civile

Acque agitate all’orizzonte

A preoccupare il Consorzio Lugano città la revisione della Legge federale che lo riguarda, che sarà finalizzata in estate - La spina nel fianco è il calo dei reclutamenti, che si sono dimezzati in 10 anni – Il bilancio d’attività 2018 è nella norma

 Acque agitate all’orizzonte
Aldo Facchini nel 2014. (foto archivio CdT)

Acque agitate all’orizzonte

Aldo Facchini nel 2014. (foto archivio CdT)

LUGANO - «Siamo abituati a trovare soluzioni, ma ora siamo in una situazione in cui possiamo solo prendere atto». A parlare è il comandante della Protezione civile regione Lugano città Aldo Facchini, e il riferimento è alla nuova Legge sulla protezione della popolazione e sulla Protezione civile, ratificata nelle scorse settimane dal Consiglio federale dopo quasi sette anni di discussioni....

©CdT.ch - Riproduzione riservata

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri la promozione di lancio di CdT.ch.

Abbonati a 1.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano