Approvata la nuova gestione dell’aeroporto di Agno

Via libera

L’UFAC ha dato il suo benestare alla prosecuzione delle attività aeroportuali da parte della città di Lugano

 Approvata la nuova gestione dell’aeroporto di Agno
©CdT/Gabriele Putzu

Approvata la nuova gestione dell’aeroporto di Agno

©CdT/Gabriele Putzu

A partire dal 1. giugno 2020 l’aerodromo di Lugano-Agno sarà gestito direttamente dalla città di Lugano, concessionaria dello scalo. Questo implica una serie di cambiamenti giuridici, organizzativi e operativi che il 29 maggio sono stati approvati dall’Ufficio federale dell’aviazione civile (UFAC).

In vista della cessazione delle attività di Lugano Airport SA, negli ultimi mesi la città di Lugano, concessionaria dell’aeroporto, ha deciso di riprendere la gestione aeroportuale a partire dal 1. giugno 2020. Tale cambiamento si traduce per lo scalo in ripercussioni di natura giuridica, operativa e organizzativa che richiedono l’approvazione da parte dell’autorità di sorveglianza. Sulla base della documentazione sottopostagli, l’UFAC ha dato il suo benestare alla prosecuzione delle attività aeroportuali.

In particolare l’UFAC ha approvato il regolamento d’esercizio, modificato coerentemente alla nuova organizzazione di gestione dell’aerodromo. Anche i manuali d’aeroporto e il sistema di management, che definiscono responsabilità e procedure all’interno dell’organizzazione e contengono le relative documentazioni, sono stati considerati conformi alle esigenze normative e quindi approvati. L’UFAC ha inoltre verificato che le persone chiamate a ricoprire le funzioni chiave nella struttura organizzativa dispongono delle competenze e dell’esperienza richiesta dalla legislazione in vigore.

Sulla base dell’approvazione dell’UFAC, l’aeroporto potrà proseguire la propria attività e, con alcuni accorgimenti organizzativi supplementari, accogliere le stesse categorie di aeromobili che in precedenza. Per ottenere la certificazione EASA dello scalo, nei prossimi mesi l’UFAC potrà procedere con l’audit necessario a verificare che tutte le esigenze richieste siano rispettate.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1