Autogestione, «Il municipio riponga l'ascia di guerra»

Lugano

La sezione luganese di ForumAlternativo è «fortemente preoccupata per la pressione che il municipio sta producendo in ottica di uno sgombero»

Autogestione, «Il municipio riponga l'ascia di guerra»
© CdT/Gabriele Putzu

Autogestione, «Il municipio riponga l'ascia di guerra»

© CdT/Gabriele Putzu

La sezione luganese di ForumAlternativo è «fortemente preoccupata per la pressione che il municipio sta producendo in ottica di uno sgombero».

«Non vediamo nessuna necessità di ottemperare ai proclami e atti ufficiali in quanto l’assemblea del CSOA ha dimostrato di sapersi aprire con dei dibattiti sulle pubbliche piazze», si legge nella nota del movimento.

«Ribadiamo - aggiungono - che il primo atto deve essere quello di riconoscere ufficialmente il diritto di esistere sul territorio della città. È solo con questo atto ufficiale che si potrà esigere un dialogo per un eventuale accordo. C’è tutto il tempo per trovare soluzioni condivise senza adottare misure di forza che non faranno altro che ingaggiare uno scontro sociale lesivo per tutti!».

ForumAlternativo fa quinidi appello al nuovo esecutivo «affinché comprenda le logiche di funzionamento delle dinamiche assembleari e riponga “l’ascia di guerra” in un momento storico assai difficile e complicato per tutti».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Nuotate e tuffi «off-limits»: problemi a Porto Ceresio

    Balneabilità

    L’eccessiva presenza di sostanze inquinanti nelle acque ha portato alla drastica decisione - Qualità dell’acqua «appena sufficiente» a Lavena Ponte Tresa – Registrata in territorio italiano una morìa di pesci

  • 2

    Arogno aspetta il voto per essere escluso

    Aggregazioni

    Lunedì il Gran Consiglio deciderà che forma avrà il nuovo Comune di Val Mara - Salvo clamorosi ribaltoni sarà composto solo da Maroggia, Melano e Rovio - I favorevoli all’unione a quattro: «Accettiamo il responso, con la speranza di poter rientrare in seguito»

  • 3

    L’ATG bacchetta Gobbi per le accuse alla stampa

    ex macello

    L’Associazione ticinese dei giornalisti critica le comunicazioni dei politici in merito al Molino: «Significa non riconoscere ai media il loro ruolo, che è quello di porre domande, di chiedersi cosa è successo e cosa sta succedendo, usando pure la leva della critica»

  • 4

    L’avanzo d’esercizio viene da sotto Villa Negroni

    Lugano

    La Città ha chiuso il 2020 nelle cifre nere grazie a una vertenza con la AlpTransit San Gottardo SA - Non era stato trovato un accordo per l’espropriazione di un terreno a Vezia - Alla fine ha deciso la Commissione federale di stima e Palazzo civico ha incassato 3,6 milioni di franchi

  • 5

    Il voto dimenticato del ‘57, quando Lugano aprì le urne alle donne

    Storia

    Tutti ricordano «la protesta di Unterbäch», quanto il piccolo villaggio vallesano, con 14 anni di anticipo rispetto al resto della Svizzera, accordò il suffragio femminile - Ma lo stesso giorno un episodio analogo, oggi perlopiù dimenticato, accadde anche sulle rive del Ceresio

  • 1
  • 1