Autogestione, quo vadis?

Ex Macello

Gli autogestiti si sono riuniti in assemblea presso Piazza Manzoni per discutere i prossimi, possibili passi: c’è chi avanza proposte concrete e chi vuole solo l’autogestione

Autogestione, quo vadis?
© CdT/Federico Storni

Autogestione, quo vadis?

© CdT/Federico Storni

Autogestione, quo vadis? È stato questo il tema di fondo che ha caratterizzato l’assemblea pubblica tenuta stasera dagli autogestiti in piazza Manzoni. Un’assemblea partecipata - oltre un centinaio le persone presenti - in cui chi aveva qualcosa da dire sugli eventi delle ultime settimane e su che direzione prendere nelle prossime ha potuto farlo. Una risposta definitiva non c’è stata, ma alcune posizioni sembrano aver raccolto sostegno, anche se nessuna al momento ha fatto l’unanimità. Diverse fra le persone intervenute hanno per esempio sottolineato la necessità di capitalizzare l’energia che hanno visto nella manifestazione di sabato scorso, e di farlo in tempi brevi perché «non durerà per sempre»: «Dobbiamo battere il ferro finché è caldo», ha detto uno di loro. Come? Con proposte concrete, secondo alcuni: «Il comportamento del Municipio è stato estremamente abusivo e ora ci deve un altro spazio. Possiamo pretenderlo. Uno spazio in centro in tempi brevi dove potremo stare per diverso tempo». Al momento di scrivere questo articolo, circolava l’ipotesi di convocare un’altra assemblea in tempi brevi proprio per accordarsi su quali rivendicazioni presentare alla Città. Una proposta che ha però anche lasciato degli scettici: «Non vogliamo un luogo per l’autogestione, ma l’autogestione», ha detto ad esempio uno. E allo stesso modo vi sono stati pareri contrapposti su che tipo di lotta portare avanti. «Credo che un vegano che insulta chiunque veda mangiar carne avrà meno successo nel far cambiare idea di un vegano che spiega con calma le sue posizioni», ha detto una ragazza usando una similitudine. «La nostra violenza è di autodifesa, non è violenza per difendere i nostri privilegi», ha invece sostenuto un uomo giustificando questa forma di lotta.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2
  • 3

    Ex Macello, pare non vi sia traccia di Cocchi e Torrente

    AUTOGESTIONE

    Stando al Caffè, alla testa delle operazioni di sabato 29 maggio non c’erano i comandanti della polizia cantonale e comunale di Lugano, ma solo i due vice – Martedì verranno sentiti nell’ambito dell’inchiesta i municipali

  • 4

    «L’inizio di un nuovo viaggio»

    ferrovia Lugano-Ponte Tresa

    Da luglio cominceranno a sorridere sulle rotaie i primi due nuovi convogli - La flotta diventerà operativa entro l’autunno - FOTO GALLERY

  • 5

    I cento anni di Alice Moretti

    ricorrenza

    Alice Moretti oggi compie cento anni: una ricorrenza che festeggiamo con gli auguri di Abbondio Adobati, ex deputato di Melide, che per diversi anni ha avuto modo di lavorare con colei che è stata una delle prime granconsigliere ticinesi

  • 1
  • 1