Lugano

Avanti tutta con il Mizar

Incontro positivo tra Città di Lugano, Cardiocentro e USI: «Lugano MedTech si farà e verrà ampliato»

Avanti tutta con il Mizar
(Zocchetti)

Avanti tutta con il Mizar

(Zocchetti)

LUGANO - «Il progetto Lugano MedTech è stato confermato e verrà ampliato». Questo in sostanza l’esito dell’incontro che si è tenuto oggi tra la Città di Lugano, la Fondazione Cardiocentro Ticino (FCCT) e l'Università della Svizzera italiana (USI). Lo scopo dell’incontro è stato quello di aggiornarsi sulla situazione e sui prossimi passi del progetto, che sorgerà nello stabile Mizar nel quartiere di Molino Nuovo, volto alla realizzazione di un polo tecnologico dedicato alla medicina rigenerativa e alle tecnologie mediche. L’incontro ha avuto «un esito molto positivo e ha permesso a tutti gli attori di confermare l’impegno a far evolvere il progetto nato dall’intuizione della FCCT», rende noto la Città di Lugano.

Le voci contrastanti circa il disimpegno del Cardiocentro sono state smentite, mentre viene confermato l’impegno dell’USI: il progetto, nato dall’intuizione della Fondazione Cardiocentro, andrà quindi avanti con tutti gli attori interessati. La Città, lo ricordiamo, partecipa con un contributo finanziario di 10 milioni.

Inoltre, sono stati fatti gli approfondimenti relativi al potenziale coinvolgimento nel progetto immobiliare di un privato, «tema che andrà ulteriormente valutato alla luce della nuova situazione che si è venuta a creare».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano