Aziende che partono: Bioggio deve rifare i conti

FINANZE

Moltiplicatore, servizi, nuovo asilo: nel Comune malcantonese il dibattito sale d’intensità

Aziende che partono: Bioggio deve rifare i conti
Il cuore economico.  ©CDT/Zocchetti

Aziende che partono: Bioggio deve rifare i conti

Il cuore economico.  ©CDT/Zocchetti

Bioggio comincia a preoccuparsi. L’annunciata partenza della TE Connectivity è un’altra tegola finanziaria dopo l’addio della Kerr lo scorso luglio e soprattutto del gruppo Kering nel maggio del 2019, dopo il quale il Comune aveva deciso di abbassare il moltiplicatore dal 59% al 57%. Il coronavirus non migliora certo i conti e poi ci sono gli investimenti già programmati, come la costruzione del nuovo asilo che costerà 9 milioni. Il Consiglio comunale ne parlerà nella sua prossima seduta e sarà inevitabile allargare il discorso alla situazione generale che sta vivendo Bioggio. Un discorso che abbiamo voluto anticipare insieme a quattro membri del Legislativo.«Più intraprendenza»Per Pietro Poretti (PPD) la partenza della TE «è l’ennesima pessima notizia», ma a metterlo più in apprensione è...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Giuliano Gasperi
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2

    Lugano è anche «povera»

    Socialità

    Tre punti di vista per un fenomeno unico, la fatica di vivere di chi dispone di risorse economiche al imite della sopravvivenza - Senza interventi statali, in città quasi un quinto dei nuclei abitativi non raggiungerebbe il fabbisogno minimo vitale - Fra Martino Dotta: «In preoccupante aumento chi ci chiede di pagargli le fatture»

  • 3

    Scuola Steiner di Origlio, a soqquadro la caffetteria

    Atto vandalico

    Sconcertante scoperta questa mattina da parte di una mamma volontaria - Locale messo sottosopra da ignoti autori che avrebbero lasciato tracce di sangue sul posto - Silvia Carloni: «Odio inspiegabile»

  • 4

    Scuola Steiner, «Un colpo al cuore in un momento delicato»

    origlio

    Approfittando della chiusura della scuola a causa della recente quarantena, degli ignoti hanno devastato la caffetteria - «Questo locale non è un simbolo dell’insegnamento, è un punto di snodo, l’azione vandalica ha ferito proprio tutti, da chi la scuola la vive completamente, a chi la frequenta occasionalmente», ha affermato la presidente del comitato scolastico Silvia Carloni

  • 5
  • 1
  • 1