Bertini: «Ho lavorato con entusiasmo, lascio con sollievo e amarezza»

Lugano

Da lunedì il vicesindaco PLR tornerà a essere un normale cittadino. Gli screzi con il suo partito, il PLR, l’hanno indotto a voltare pagina, interrompendo a 35 anni una carriera politica che sembrava promettere altro

Bertini: «Ho lavorato con entusiasmo, lascio con sollievo e amarezza»
©CdT/Chiara Zocchetti

Bertini: «Ho lavorato con entusiasmo, lascio con sollievo e amarezza»

©CdT/Chiara Zocchetti

Da lunedì Michele Bertini tornerà a essere un normale cittadino. Dopo tredici anni di politica attiva – di cui prima cinque in Consiglio comunale e poi otto in Municipio – il vicesindaco di Lugano da tempo ha deciso di non più ripresentarsi. Gli screzi con il suo partito, il PLR, l’hanno indotto a voltare pagina, interrompendo a 35 anni una carriera politica che sembrava promettere altro.

Onorevole Bertini, lei in Municipio è subentrato a Giorgio Giudici nel 2013. Nel 2015 è stato in corsa per il Consiglio di Stato arrivando brillante secondo, sulla lista del PLR, dietro a Christian Vitta. Nel 2016 un altro brillante piazzamento per l’Esecutivo di Lugano, a soli 800 voti da Marco Borradori, ma con 17 voti personali in più. Una rapida carriera di successo con un inaspettato arresto e la decisione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Da oggi ogni giorno è buono per lo sgombero dell’ex Macello

    Lugano

    A meno che gli autogestiti decidano a breve di sedersi a un tavolo per discutere una sede alternativa, la Città ora può legalmente liberare forzatamente gli spazi - Borradori: «Se ne occuperà la Polizia, nemmeno noi sapremo quando accadrà fino a pochi minuti prima dell’inizio dell’operazione»

  • 2

    Croce Verde cerca casa: rispunta l’ipotesi Breganzona

    Lugano

    L’ente riprova a portare avanti il progetto di una nuova sede sul Pian Povrò, che in passato era stato contestato - L’alternativa rimane quella di costruire dietro la «base» attuale a Pregassona, ma le tempistiche paiono più sfavorevoli

  • 3

    Da Trapani a Lugano in bicicletta

    La storia

    Giuseppe Bica ha concluso il suo lungo viaggio: tremila chilometri per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla mobilità sostenibile e per aiutare Medici Senza Frontiere

  • 4

    Presunto stupro, toni accesi in aula

    processo

    Nel secondo giorno di dibattimento le parti hanno cercato di screditare la credibilità dei loro avversari - La donna afferma di essere stata violentata, l’uomo parla di rapporto consenziente - Sentenza settimana prossima

  • 5

    «Con quel sondaggio la Città non c’entra nulla»

    Polo Sportivo

    L’MPS accusa il Municipio di fare campagna in vista sul referendum con una ricerca d’opinioni pilotata e con soldi pubblici - Lugano però smentisce: «Non l’abbiamo commissionato noi e di certo non è finanziato con soldi pubblici» - Il Movimento: «Rischi seri per la libera espressione democratica»

  • 1
  • 1