Buon compleanno CSIA

formazione

Quest’anno si celebrano i sessant’anni dalla fondazione del Centro scolastico per le industrie artistiche ed è anche l’occasione per presentare una serie di eventi e di iniziative nate e promosse con gli studenti e i docenti

Buon compleanno CSIA
© CdT/Chiara Zocchetti

Buon compleanno CSIA

© CdT/Chiara Zocchetti

Quest’anno il Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA) di Lugano festeggia i suoi 60 anni ed è anche l’occasione per presentare una serie di eventi e di iniziative nate e promosse con gli studenti e i docenti per celebrare questo importante traguardo.

Anche nei festeggiamenti per i suoi 60 anni, il CSIA mette in pratica ciò che insegna e ciò che continua ad apprendere nella formazione dei mestieri d’arte (per intenderci l’artigianato), nel design visivo e di prodotto, nonché nella formazione delle arti tradizionali. Il sessantesimo è costituito da diversi eventi e iniziative: la preparazione della facciata dello stabile scolastico, predisposta dai ragazzi Decoratori 3D; la progettazione dei manifesti correlati al 60° con i ragazzi di Grafica; gli incontri nella Biblioteca della scuola con personalità di primo piano nell’arte, nella grafica illustrativa, nella fotografia; la mostra dedicata a Pietro Salati direttore storico del CSIA dal ‘64 al ‘75, personalità eclettica che ha lasciato una traccia importante nella storia della sua Scuola; nell’ambito dell’esposizione, aperta al pubblico nel mese di novembre, è previsto un pomeriggio di riflessione sulla figura di Salati in agenda il 10 novembre 2021, alle 14, alla scuola. Le iniziative proseguono con una esposizione di manifesti realizzati dagli studenti di Grafica; una produzione in atelier di stampa di T-shirt tematiche con 60 soggetti ispirati ai 60 anni della Scuola; una istallazione urbana in città a Lugano e una campagna di comunicazione sul territorio cantonale.

Il CSIA è molto cambiato nel corso di questi sessant’anni. È passato da una scuola professionale di base piccola ma innovativa, con pochi allievi, a un istituto complesso di oltre 530 studenti e 140 docenti, integrato nel sistema formativo svizzero della formazione professionale di base con corsi a tempo pieno, corsi di formazione scolastica per apprendisti, nonché di formazione superiore, senza dimenticare un anno passerella per l’accesso alle Scuole universitarie professionali, la Maturità professionale integrata e la Scuola d’arte con la sua Maturità specializzata. Una scuola all’avanguardia da sempre. Già dalle sue origini, proseguendo con i cambiamenti tecnologici intercorsi con il desktop publishing negli anni ’80, la grafica digitale, l’infografia e l’animazione digitale negli anni ’90, sino all’integrazione del mondo multimediale. La scuola ha anticipato i tempi con corsi post diploma dal ’94 e l’istituzione di una scuola specializzata superiore in design visivo e design di prodotto, attiva dal 2005. A livello locale negli anni il CSIA ha formato la maggior parte dei professionisti attivi in Ticino nella comunicazione visiva, nelle arti e nel design. I diplomati rivestono ruoli professionali di primo piano anche a livello internazionale.

Precisa Roberto Borioli, attuale direttore: «Ogni oggetto, ogni messaggio, ogni prodotto che incontriamo nella nostra vita è stato ideato, progettato, sviluppato e realizzato da qualcuno. Come scuola crediamo nel potenziale creativo delle persone e che collaborare moltiplichi la creatività. Valorizziamo le differenze individuali dei nostri studenti in modo consapevole e strutturato. Il design è il nostro mestiere e la nostra passione. L’arte è il nostro mondo e la nostra passione. Noi siamo il CSIA».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Canobbio, tredici milioni per la sala multiuso

    Il progetto

    l vaglio del Consiglio comunale l’atteso investimento «per creare una struttura che dia spazio a scuole e associazioni per i prossimi trent’anni», con le parole del sindaco Roberto Lurati - Sarà costruito un nuovo edificio a fianco delle Elementari che fungerà anche da palestra e potrà ospitare sino a 500 persone

  • 2
  • 3
  • 4

    Da domani mascherina obbligatoria in centro

    Lugano

    Lo comunica la Città, che annuncia altresì l’annullamento della cerimonia di Capodanno al Palacongressi e l’evento per la Giornata internazionale del volontariato

  • 5
  • 1
  • 1