Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»

Reportage

A quasi sette mesi dal fallimento del Casinò la situazione degli abitanti dell’enclave è sempre più grave - C’è anche un negozio che distribuisce gratuitamente beni alimentari

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»
L‘entrata del presidio sindacale. (foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»

L‘entrata del presidio sindacale. (foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»
Il banco alimentare. A sinistra Monica, la responsabile. (foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»

Il banco alimentare. A sinistra Monica, la responsabile. (foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»
Il minimarket di Simenia è l’ultimo rimasto aperto a Campione. (foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»

Il minimarket di Simenia è l’ultimo rimasto aperto a Campione. (foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»
(foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»

(foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»
(foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»

(foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»
«Da oggi non si fa più credito e si paga in contanti»: il cartello affisso nel negozio di Simenia. (foto Zocchetti)

Campione: «Ci guardano mentre affondiamo»

«Da oggi non si fa più credito e si paga in contanti»: il cartello affisso nel negozio di Simenia. (foto Zocchetti)

CAMPIONE D’ITALIA - Fa freddo, il sole non ha ancora fatto capolino dalla montagna e di gente in giro non ce n’è molta. Sono da poco passate le 10 del mattino a Campione d’Italia quando raggiungiamo i tendoni bianchi del presidio sindacale che occupa Piazzale maestri campionesi da ormai 198 lunghissimi giorni. Sono passati quasi sette mesi dal fallimento del Casinò e quasi due dalla pubblicazione della legge per salvare l’enclave. Dopo la riunione del Consiglio dei ministri italiano di giovedì sera, quella di ieri poteva essere una giornata diversa e invece tutto era uguale ai giorni precedenti. Ancora una volta non è arrivata la nomina del commissario straordinario incaricato di valutare la sussistenza delle condizioni per la riapertura della casa da gioco. Il mancato incasso ammonta, la cifra...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2

    Un mattone al Maglio che potrebbe valere la Super League

    Lugano

    La Lega calcio chiede che si cominci a costruire il nuovo stadio l’anno prossimo, ma potrebbe accontentarsi dell’inizio dei lavori al «Parco dello sport» previsto a Canobbio - Badaracco: «I progetti sono infatti legati a doppio filo»

  • 3
  • 4
  • 5

    «Quanti romandi in vacanza a Lugano»

    Turismo

    Per tenere a galla il settore turistico si faceva affidamento soprattutto sugli svizzerotedeschi, ma a sorprendere gli operatori è stata la risposta, tutt’altro che scontata, dei «cugini» francofoni - Federico Haas: «Ne beneficeremo anche nei prossimi anni» - Prenotazioni in calo per fine agosto: «Ci mancheranno i britannici e gli americani»

  • 1
  • 1