Cani guida a scuola a Magliaso

Aperta la prima struttura di formazione della Svizzera italiana - Betsy e Anakin i primi allievi

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

Cani guida a scuola a Magliaso

MAGLIASO - Si chiamano Betsy e Anakin e da qualche mese stanno imparando ad essere gli occhi delle persone non vedenti che presto dovranno accompagnare. Sono i primi due cani guida in addestramento alla nuova sede della Fondazione romanda per cani guida per ciechi aperta quest'estate a Magliaso, in un edificio costruito su misura per i quattro zampe nei pressi della fermata del trenino FLP. La struttura è gestita da Christian Baroni insieme alla moglie Christine Baroni-Pretsch (direttrice della Fondazione) e vuole garantire un migliore servizio di prossimità ai non vedenti della Svizzera italiana. Ad oggi sono una decina i cani guida nella nostra regione, "ma grazie alla nuova antenna ticinese abbiamo diverse richieste e contiamo di aumentarne il numero" afferma Baroni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
    Polizia

    Cinque teenager in manette nel Luganese

    Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di minaccia, coazione, infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti, nonché infrazione alla Legge federale sulle armi, gli accessori di armi e le munizioni

  • 2
  • 3
    Incidente

    Croce divelta da vento e disattenzione

    Il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) ha stabilito che quel 12 marzo a Bissone, le cinghie che penzolavano da un elicottero erano rimaste impigliate nel campanile della chiesa, che ne era uscito rovinato - Non ci furono feriti

  • 4
  • 5
    Lugano

    PVP, le svolte vanno all’esame

    Dopo un mese di test, le modifiche al piano viario saranno oggetto nei prossimi giorni di una prima valutazione - Lungo corso Elvezia negli orari di punta ci sono ancora delle code - Jelmini: «Tuttavia la situazione sembra migliorare»

  • 1