Cenava senza pagare, condannato

Per il trentaseienne italiano otto mesi sospesi ed espulsione dalla Svizzera

Cenava senza pagare, condannato

Cenava senza pagare, condannato

LUGANO - Sceglieva ristoranti di livello medio-alto, pranzava o cenava da solo e poi al momento di saldare il conto ammetteva di non avere i soldi per pagare. Lo ha fatto per ben 13 volte tra giugno e agosto di quest'anno a Lugano, Bellinzona e prima, in gennaio, una volta a Berna, per un totale di oltre 2.000 franchi. Il protagonista – che spesso si concedeva pasti da oltre 100 franchi – è un 36.enne italiano comparso ieri davanti alle Assise correzionali di Lugano, presiedute dal giudice Marco Villa, e condannato a 8 mesi sospesi per 3 anni, oltre a 5 anni di espulsione dalla Svizzera.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2
    Lo spunto

    «Varese, Como e Lugano unite possono competere con Milano»

    La regione, se vista dall’alto, forma una metropoli di 1,83 milioni di abitanti - Il sindaco di Varese Galimberti parla dei rapporti con il Ticino e delle potenzialità, rispetto ai grandi centri, delle città medie - «Però devono collaborare»

  • 3
    Isole di calore

    Parti di Lugano scottano, ma si possono raffreddare

    Città mappata con termocamere: in viale Cattaneo una sera d’agosto alle sette c’erano oltre quaranta gradi, sotto gli alberi a pochi metri una decina in meno - Si studiano possibili soluzioni dai giochi d’acqua a vele, resine e tetti verdi

  • 4
    Lugano

    Lo spacciatore agli inquirenti: «Grazie per avermi fermato»

    Due anni sospesi a un 41.enne a processo oggi che in tre anni ha venduto oltre un chilo di cocaina a diversi acquirenti della zona - L’ha fatto per finanziare il suo consumo, cominciato a causa di una depressione dovuta a una grave malattia - Gli è stato riconosciuto il sincero pentimento

  • 5
  • 1