Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti

Lugano

L’evento contro il littering ha tenuto impegnati 45 volontari lungo il Parco fluviale sul fiume Cassarate fino al Piano la Stampa

Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti
© Clean-up

Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti

© Clean-up

Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti

Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti

Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti

Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti

Ha riscosso un ottimo successo di partecipanti l’evento Clean-up day CVC contro l’abbandono sconsiderato di rifiuti in luoghi pubblici, organizzato venerdì 17 settembre dal Consorzio Valle del Cassarate e golfo di Lugano, in collaborazione con la Città di Lugano e il Consorzio pulizia delle rive e dello specchio d’acqua del lago Ceresio.

I 45 volontari, impegnati lungo il Parco fluviale sul fiume Cassarate al Piano la Stampa, hanno raccolto complessivamente 200 chili di rifiuti, compresi alcuni ingombranti. L’obiettivo dell’iniziativa, alla quale hanno aderito cittadini, enti, aziende del Luganese, (quali Credit Suisse, McDonald’s, Nestlé), l’associazione Green Up Lugano e alcuni ospiti del Centro Ulivo di Cadro della Croce Rossa Svizzera, è stato quello di lanciare un ulteriore chiaro segnale contro il littering e in favore di un territorio più pulito.

Clean-up day, può considerarsi una tappa di un percorso continuo di attenzione e impegno alla tutela dell’ambiente naturale, che non si esaurisce con una giornata ma che costituisce l’occasione per lavorare durante tutto l’anno su queste importanti tematiche.

Clean-up day, che successo! Raccolti 200 kg di rifiuti
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Niente licenza: «Al momento le palazzine non si fanno»

    Melano

    Non c’è il benestare per il progetto che prevedeva la realizzazione di cinque edifici per un totale di circa cento appartamenti – Avviata una verifica del dimensionamento delle zone edificabili – Il sindaco Maffei: «Siamo oltre i parametri»

  • 2
  • 3

    «La polizia voleva intervenire sullo stabile»

    Ex Macello

    Già l’11 marzo il Municipio decise lo sgombero, ma poi cambiò idea e optò per la disdetta - Comunale e cantonale erano consapevoli che il problema principale sarebbe stato il controllo dell’area dopo la demolizione e avevano ventilato l’ipotesi di intervenire sulla struttura

  • 4

    Ecco il piano di Bally per Villa Heleneum

    Lugano

    Il Municipio spiega perché ha scelto il progetto espositivo dell’azienda di Caslano - «È una proposta che stimola esperienze nuove: in Ticino mancano spazi museali dedicati alla moda» - I nuovi gestori investiranno per adeguare gli spazi interni e verseranno un affitto annuo al Comune

  • 5
  • 1
  • 1