Con i negozi chiusi Lugano è una città fantasma

Scatta il semiconfinamento

Ecco la situazione questa mattina in centro: serrande abbassate, cartelli all’ingresso con numeri di telefono e messaggi beneauguranti - IL VIDEO

Con i negozi chiusi Lugano è una città fantasma
Inizia la prima giornata di sei settimane di chiusure di negozi e commerci in tutta la Svizzera

Con i negozi chiusi Lugano è una città fantasma

Inizia la prima giornata di sei settimane di chiusure di negozi e commerci in tutta la Svizzera

Oggi, lunedì 18 gennaio, è il primo giorno di chiusura dei negozi. Siamo andati in centro a Lugano per vedere com’è la situazione: serrande abbassate, cartelli all’ingresso con numeri di telefono e messaggi beneauguranti. È così che inizia la prima giornata di sei settimane (da quando sono state annunciate dal Consiglio federale) di chiusure di negozi e commerci in tutta la Svizzera. Mentre da Berna arriva la consueta rassicurazione sugli «aiuti», che non mancheranno: miliardi per far fronte a questa (seconda) situazione eccezionale.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Potrebbe servire il fotofinish

    Elezioni comunali

    A Cadempino il PLR spera, visto l’addio del sindaco PPD Marco Lehner, di effettuare uno storico sorpasso - A Lamone i liberali radicali devono difendersi dalla crescita del Gruppo Civico e di Lega/UDC - A Torricella-Taverne è invece il GITT a partire in pole position

  • 2
  • 3

    Fin dove arriva davvero il Polo sportivo

    LUGANO

    Un passaggio cruciale del dibattito è capire quanto si estendono per davvero i benefici e le ambizioni del progetto di Lugano: dalla dimensione locale a quella internazionale - Il discorso s’intreccia con quello sui contributi finanziari

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1