Condannato a tre anni l’avvocato luganese

Sentenza

Ha causato danni per oltre 1,3 milioni di franchi a sei suoi clienti per finanziare un progetto che la Corte ha definito «aria fritta» - In realtà gran parte dei soldi andavano a un giovane amico

Condannato a tre anni l’avvocato luganese
© CdT/Archivio

Condannato a tre anni l’avvocato luganese

© CdT/Archivio

È stato condannato a tre anni di carcere (due sospesi) l’avvocato ed ex consigliere comunale di Lugano 64.enne a processo oggi di fronte alla Corte delle assise criminali di Lugano per appropriazione indebita aggravata e ripetuta. L’uomo, fra il 2011 e il 2015, aveva effettuato malversazioni dai conti di sei clienti, causando un danno ricostruito in poco più di 1,3 milioni di franchi. I soldi sono finiti nel «fantomatico», così l’ha definito la procuratrice pubblica Chiara Borelli, progetto Pimpirin in Repubblica Dominicana. In realtà gran parte sono finiti in tasca al giovane amico dell’avvocato, che quel progetto avrebbe dovuto curarlo.

«Chiamarlo progetto è un eufemismo: era aria fritta», ha detto il giudice Amos Pagnamenta durante la motivazione della sentenza. Sulla pena ha pesato l’entità del maltolto («estremamente rilevante») nonché «il non aver esitato a tradire chi gli aveva dato i propri averi». L’avvocato (che nel frattempo si è autosospeso) ha infatti attinto in particolare da curatele o successioni ereditarie: «E ha tradito anche la fiducia delle autorità che l’avevano nominato». La Corte ha anche sottolineato la mancanza di un sincero pentimento: «Anche in aula non è emerso alcun segno di ravvedimento: ha solo cercato di giustificare l’ingiustificabile». A pesare sulla pena anche il fatto «di aver agito per un motivo egoistico: questa Corte non vede differenza nel tesorizzare per sé il maltolto o per una persona a cui era legato sentimentalmente».

Dedotto il carcere preventivo, l’uomo dovrà ancora scontare oltre 300 giorni.

La procuratrice pubblica Chiara Borelli (che ha ereditato l’incarto da Fiorenza Bergomi) aveva chiesto una pena di tre anni e sei mesi, il legale dell’avvocato Marco Cocchi invece 26 mesi parzialmente sospesi.

All’imputato sono stati sequestrati beni immobili e conti, che dovrebbero permettere di risarcire le vittime e di coprire le spese processuali.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1