Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle

Presentato il Progetto Alto Vedeggio, che propone di "interrare" l'A2 tra Rivera e Sigirino con materiali inerte di recupero, creando 500.000 metri quadri di territorio

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle
Rivera domani.

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle

Rivera domani.

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle
Rivera oggi.

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle

Rivera oggi.

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle
Sigirino domani.

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle

Sigirino domani.

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle
Sigirino oggi.

Coprire l’A2 per riconquistare l’intero fondovalle

Sigirino oggi.

MONTECENERI - Un progetto che potrebbe cambiare radicalmente l'intero Alto Vedeggio e che è condiviso anche dai Municipi di Monteceneri e Mezzovico. Stiamo parlando del PAV, il Progetto Alto Vedeggio, che intende proporre la riconquista del paesaggio coprendo buona parte (si parla di 5 chilometri) dell'autostrada tra Sigirino e Rivera.

Un progetto presentato oggi alla stampa dall'architetto Marco Giussani a nome del gruppo spontaneo che proprio in questi giorni ha promosso una petizione che sta raccogliendo parecchi consensi. È stato quantificato un investimento di circa 300 milioni che permetterebbe di recuperare 500.000 metri quadri di territorio da ridare alla natura, all'agricoltura e al tempo libero.

Stando ai promotori il progetto potrebbe perfino autofinanziarsi visto che la copertura dell'A2 verrebbe effettuata con materiale inerte recuperato in tutto il Ticino (e il Cantone non dovrebbe così più creare nuove discariche). «Solo dal materiale – è stato spiegato – si potrebbero recuperare 200 milioni di franchi». Il progetto verrà presentato alla popolazione giovedì, alle 20.30, alle scuole medie di Camignolo.

La presentazione video del progetto.
©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2
  • 3
    autorità comunali

    Tresa, Zanetti si dimette dalla carica di municipale

    Non sono note le ragioni che hanno portato l’esponente di Tresa Sostenibile a lasciare l’Esecutivo dopo una sola seduta - «Le motivazioni sarebbero da ricondurre alla ripartizione dei dicasteri che non soddisferebbe le aspettative del dimissionario»

  • 4
  • 5
    Telemedicina

    Un progetto ticinese che fa bene al cuore

    L’Ospedale Malcantonese, in collaborazione con la SUPSI, ha vinto un prestigioso bando europeo per sviluppare un’applicazione che aiuti i malati cardiovascolari nella riabilitazione - Ne parliamo con la dottoressa Tania Odello

  • 1