Crollo in galleria, in arrivo la perizia bis

San Salvatore

Servirà per determinare se ci sia stato un nesso causale tra i lavori di risanamento del traforo nel 2012 e il franamento nel 2016 in vista del processo in Appello, dato che la prima non ha saputo sciogliere il dubbio

 Crollo in galleria, in arrivo la perizia bis
©RESCUE MEDIA

Crollo in galleria, in arrivo la perizia bis

©RESCUE MEDIA

Sono passati all’incirca due anni da quando la Corte delle assise correzionali, presieduta dal giudice Mauro Ermani, aveva sentenziato riguardo al crollo di un blocco di 7,5 tonnellate di calcestruzzo dalla parete della galleria del San Salvatore sull’A2 l’8 giugno 2016, fortunatamente senza ferire nessuno. Per l’accusa, promossa dalla procuratrice pubblica Chiara Borelli, il franamento era stato causato dalla mancata realizzazione di fori di drenaggio durante i lavori di risanamento del traforo eseguiti a inizio 2012. La Corte, però, si era detta impossibilitata a stabilire oltre ogni ragionevole dubbio il nesso causale tra la mancanza dei fori e il crollo, e aveva quindi prosciolto i quattro imputati dalle accuse di franamento e di perturbazione del traffico, entrambi per negligenza. Tre di loro erano però stati condannati a pene pecuniarie sospese per violazione delle regole dell’arte edilizia per negligenza (perché in ogni caso quei fori non erano stati fatti), reato che contesteranno in Appello.

Sciogliere i punti oscuri

Due anni fa si era arrivati in aula con il fiato corto, in quanto incombeva la prescrizione. Le parti si erano già dette consce che ci sarebbe stato un secondo round in Appello, cosa che avrebbe dato modo di stilare una nuova perizia giudiziaria sull’accaduto, con più calma: la prima lasciava punti oscuri e con la nuova si vuole determinare l’esistenza o meno del nesso causale tra lavori e crollo. L’allestimento della perizia, rallentato dalla pandemia, sta entrando nel vivo in questi giorni, ci ha detto il legale di USTRA (accusatrice privata nel procedimento) Luigi Mattei.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Potrebbe servire il fotofinish

    Elezioni comunali

    A Cadempino il PLR spera, visto l’addio del sindaco PPD Marco Lehner, di effettuare uno storico sorpasso - A Lamone i liberali radicali devono difendersi dalla crescita del Gruppo Civico e di Lega/UDC - A Torricella-Taverne è invece il GITT a partire in pole position

  • 2
  • 3

    Fin dove arriva davvero il Polo sportivo

    LUGANO

    Un passaggio cruciale del dibattito è capire quanto si estendono per davvero i benefici e le ambizioni del progetto di Lugano: dalla dimensione locale a quella internazionale - Il discorso s’intreccia con quello sui contributi finanziari

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1