Da giocatore ad aggressore: «Questo non è il nostro calcio»

Breganzona

Durante una partita degli allievi A un calciatore ha preso a calci in testa e allo stomaco un avversario prima di tentare di aggredire l’arbitro. La FTC: «La sanzione sarà lo specchio di quanto avvenuto in campo»

Da giocatore ad aggressore: «Questo non è il nostro calcio»

Da giocatore ad aggressore: «Questo non è il nostro calcio»

Un calcio alla testa, un calcio allo stomaco e, non contento, un tentativo di aggressione a danni di un arbitro. Chi era presente, sabato scorso, alla partita di calcio degli allievi A (ovvero ragazzi nati tra il 2001 e il 2003) tra Breganzona e Savosa-Massagno, ha dovuto assistere a questa scena. Episodio che, evidentemente, non resterà impunito. Il tutto, come detto, è avvenuto durante il match: nel corso del secondo tempo un ragazzo del Savosa-Massagno ha atterrato in maniera fallosa l’avversario. Fin qui, si potrebbe disquisire sulla durezza «dell’entrata». Poi, però, non contento, il giovane che ha commesso il fallo – ci racconta una persona che era presente alla partita – si è nuovamente accanito su quella che, a tutti gli effetti, è diventata la vittima: mentre si stava rialzando lo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Alla Gerra un primo tassello di riqualifica del comparto

    Aree e giochi

    Prende forma lo spazio adiacente alle scuole elementari in via Trevano caratterizzato da attività ludiche, sport urbano, ricca vegetazione e possibiltà di distensione - La municipale Karin Valenzano Rossi: «Ecosostenibilità e qualità di vita i motori del progetto»

  • 2

    Trevano e le grotte del castello fatto saltare in aria

    Perle nascoste del Luganese

    Non aspettatevi stalattiti o stalagmiti, ma le grotte rappresentano comunque una delle poche testimonianze rimaste della gigantesca tenuta demolita (compiendo probabilmente uno dei più grandi errori pianificatori nella storia del Ticino) nel 1961 per far spazio al centro studi.

  • 3

    Un altro ricorso frena l’aeroporto

    LUGANO

    Northern Lights e Team LUG, che avevano annunciato un’alleanza strategica, contestano la possibilità data dal Municipio di «aggiornare i progetti presentati» in autunno e la comunicazione sul «rinnovato gruppo di esperti che dovrà valutare le proposte»

  • 4
  • 5
  • 1
  • 1