Davide contro Golia all’ombra di Palazzo civico

VERSO LE ELEZIONI

Come si stanno preparando i partiti più piccoli alle Comunali di Lugano? La sfida è impegnativa, ma può succedere di tutto

Davide contro Golia all’ombra di Palazzo civico
L’obiettivo è quello.  (Foto Putzu)

Davide contro Golia all’ombra di Palazzo civico

L’obiettivo è quello.  (Foto Putzu)

Prendendo in prestito un detto dal mondo dello sport, ogni elezione inizia con zero voti ciascuno. In altre parole, mai darsi per vinti: chi è sfavorito sulla carta potrebbe anche sorprendere. Lo sperano i partiti piccoli (a scanso di equivoci: piccoli nel senso che solitamente riescono ad ottenere una quantità di schede molto minore rispetto agli altri) in corsa per il Municipio e il Consiglio comunale di Lugano.Almeno uno (ma anche due)Partiamo, in ordine casuale, dal Movimento Ticino Lavoro, fondato dal consigliere comunale ex PPD Giovanni Albertini e rinforzato dall’arrivo della collega Sara Beretta Piccoli, anche lei fresca d’addio ai popolari democratici. Rispetto allo scorso anno, quando le elezioni erano state posticipate, il Movimento ha due nomi nuovi: quelli di Michele Codella (in...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1