Detenuto si fa operare di emorroidi e tenta la fuga

momento di gloria

Singolare evasione lunedì all’ospedale Italiano di Lugano – L’uomo, dopo essersi ripreso dall’intervento, ha intravisto la possibilità di darsela a gambe e con «nonchalance» si è rivestito e ha tentato di fuggire per le strade di Viganello

Detenuto si fa operare di emorroidi e tenta la fuga
©CdT/Chiara Zocchetti

Detenuto si fa operare di emorroidi e tenta la fuga

©CdT/Chiara Zocchetti

Un detenuto del carcere della Stampa è stato ricoverato all’ospedale Italiano per farsi operare di emorroidi. Ma dopo essersi ripreso dalla sedazione, ha deciso di svignarsela per le strade di Viganello. Il momento di gloria del carcerato, però, è durato solo pochi istanti. I due agenti del Servizio trasporto detenuti infatti l’hanno riacciuffato a 200-300 metri dall’ospedale. L’originale evasione - indica Ticinonews - è andata in scena lunedì a Lugano quando il detenuto è stato ricoverato per un intervento poco piacevole. Dopo essersi ripreso dall’operazione, l’uomo ha intravisto la possibilità di darsela a gambe e con «nonchalance» si è rivestito e ha tentato di fuggire per le strade di Viganello. Per la cattura uno degli agenti è stato costretto a estrarre l’arma, come conferma a Ticinonews il direttore delle Strutture carcerarie Stefano Laffranchini. Non si tratta comunque di un detenuto pericoloso. L’uomo, classe 1976, era in espiazione anticipata della pena per furto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1