Detriti alluvionali per salvare il fondo dei laghi

Un progetto innovativo di rinaturazione portato avanti dal Dipartimento del territorio e dai Consorzi di pulizia lago del Ceresio e del Verbano

Detriti alluvionali per salvare il fondo dei laghi

Detriti alluvionali per salvare il fondo dei laghi

LUGANO - Detriti alluvionali utilizzati per contribuire a rinaturare i fondali dei laghi. È l'obiettivo finale di un interessante quanto innovativo progetto portato avanti dal Dipartimento del territorio unitamente ai Consorzi pulizia lago del Ceresio e del Verbano. "Si tratta di proposte formulate dalla direzione del Dipartimento – spiega al CdT Tiziano Putelli dell'Ufficio Caccia e Pesca – allo scopo di avviare una riflessione su come gestire meglio sia l'operato dei Consorzi che si occupano della pulizia dei due grandi laghi prealpini, sia il materiale di origine naturale che viene portato a valle dai fiumi durante le piene". Una delle possibilità che si stanno valutando è la realizzazione di "ghirlande", ossia barriere di superficie galleggianti fissate alla foce dei fiumi in previsione di piene e in grado di trattenere e convogliare il materiale vegetale trascinato dalla corrente in zone dove non danno problemi alla navigazione, alla depurazione e via dicendo. Il legname raccolto dopo 2/3 settimane precipita sul fondale andando a ricostituire l'humus essenziale alla fauna ittica e vegetale. "Questo vale per il materiale di piccola e media taglia, mentre quello di maggiori dimensioni può essere utilizzato per creare ripari sotterranei: insomma, si tratta di fare un po' quello che era stato effettuato a suo tempo davanti al lungolago di Lugano per recuperare le rive con ottimi risultati. Cosa non trascurabile il Cantone partecipa al 50% della spesa e i due consorzi ognuno per un quarto della stessa". Una spesa davvero contenuta se raffrontata ai possibili benefici ambientali, se si pensa che si parla di 16 mila franchi di cui 8 mila a carico degli enti consortili.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 2
    Lo spunto

    «Varese, Como e Lugano unite possono competere con Milano»

    La regione, se vista dall’alto, forma una metropoli di 1,83 milioni di abitanti - Il sindaco di Varese Galimberti parla dei rapporti con il Ticino e delle potenzialità, rispetto ai grandi centri, delle città medie - «Però devono collaborare»

  • 3
    Isole di calore

    Parti di Lugano scottano, ma si possono raffreddare

    Città mappata con termocamere: in viale Cattaneo una sera d’agosto alle sette c’erano oltre quaranta gradi, sotto gli alberi a pochi metri una decina in meno - Si studiano possibili soluzioni dai giochi d’acqua a vele, resine e tetti verdi

  • 4
    Lugano

    Lo spacciatore agli inquirenti: «Grazie per avermi fermato»

    Due anni sospesi a un 41.enne a processo oggi che in tre anni ha venduto oltre un chilo di cocaina a diversi acquirenti della zona - L’ha fatto per finanziare il suo consumo, cominciato a causa di una depressione dovuta a una grave malattia - Gli è stato riconosciuto il sincero pentimento

  • 5
  • 1