Eden e Artisa, dietro le decisioni degli arbitri del paesaggio

PROGETTI

I nove criteri dell’ufficio che ha bocciato il complesso a Viganello e il nuovo hotel a Paradiso - Ma perché quegli edifici no e altri sì?

Eden e Artisa, dietro le decisioni degli arbitri del paesaggio
Il complesso con albergo e appartamenti progettato a Viganello.  © Rendering Gruppo Artisa

Eden e Artisa, dietro le decisioni degli arbitri del paesaggio

Il complesso con albergo e appartamenti progettato a Viganello.  © Rendering Gruppo Artisa

Un altro gigante finito al tappeto, nello stesso modo. Come è possibile? Torniamo sul caso del complesso residenziale e alberghiero promosso da Artisa in via la Santa e bocciato nei giorni scorsi dall’Ufficio della natura e del paesaggio per il suo impatto sulla zona. La futura costruzione, citando la Legge sullo sviluppo territoriale, non sarebbe inserita nel contesto «in maniera ordinata e armoniosa». Parole che ricordano bene anche gli investitori interessati a ricostruire l’albergo Eden a Paradiso, dato che il loro primo progetto, due anni fa, è andato incontro al medesimo destino. In quel caso i privati sono ripartiti quasi da zero, mentre per Viganello la situazione è ancora fluida: la Città sta pensando a un tentativo di conciliazione fra il Cantone e il gruppo immobiliare guidato da...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1