Ex Macello, pare non vi sia traccia di Cocchi e Torrente

AUTOGESTIONE

Stando al Caffè, alla testa delle operazioni di sabato 29 maggio non c’erano i comandanti della polizia cantonale e comunale di Lugano, ma solo i due vice – Martedì verranno sentiti nell’ambito dell’inchiesta i municipali

Ex Macello, pare non vi sia traccia di Cocchi e Torrente
© CdT/Chiara Zocchetti

Ex Macello, pare non vi sia traccia di Cocchi e Torrente

© CdT/Chiara Zocchetti

La «questione» demolizione dell’ex Macello è tutt’altro che chiusa. E sulla vicenda torna il Caffè, questa mattina, che si concentra su due grandi assenze che a molti saranno saltate all’occhio in queste settimane: quelle dei comandanti della polizia cantonale, Matteo Cocchi, e della comunale, Roberto Torrente. E pare che non vi fossero proprio alla testa delle operazioni che hanno portato, nella notte tra sabato 29 e domenica 30 maggio, alla demolizione parziale dello stabile dell’autogestione.

«C’erano il vice di Cocchi, Lorenzo Hutter, e il vice di Torrente, Franco Macchi», scrive il domenicale. Ma le responsabilità e le tempistiche delle decisioni prese quel fine settimana non sono ancora chiare. Il Municipio ha affermato di non aver mai dato l’autorizzazione alla demolizione. Il Governo cantonale non ne era a conoscenza. Spetterà all’inchiesta aperta dal Ministero pubblico fare luce su molti aspetti.

Martedì saranno sentiti i municipali di Lugano. Nello stesso momento, da procuratori diversi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1

    Bissone, il giorno dopo

    Maltempo

    Con la temporanea cessazione delle precipitazioni Rescue Media ha potuto far volare un drone sopra la zona interessata dalla colata di fango e detriti che lunedì sera si è verificata in via ai Ronchi a Bissone

  • 2

    «È come un piccolo comune che si gestisce da sé»

    Luganese

    Intervista a Roberto Lurati, uno dei padri del Nuovo Quartiere Cornaredo (NQC), che lascerà la presidenza dell’Agenzia dopo un decennio: «Se lo vedremo costruito come previsto non potremo che essere orgogliosi di quanto fatto»

  • 3

    Colata di fango e detriti a Bissone: evacuate due case

    maltempo

    Al momento non si registrano feriti ma unicamente disagi e danni materiali - Un’altra colata di fango ha raggiunto la recinzione sopra il muro di contenimento sull’A2, raggiungendo il sedime stradale e obbligando la polizia alla chiusura di una corsia di marcia in direzione Nord

  • 4
  • 5

    Curatrice accusata di aver rubato ai suoi pupilli

    Luganese

    Avrebbe sottratto «rilevanti» somme di denaro dai conti di due persone, ottenendo inoltre fraudolentemente un prestito bancario - Avrebbe in parte confessato l’accaduto a una consulente di un istituto di credito - Sarà estradata dall’Italia

  • 1
  • 1