Fin dove arriva davvero il Polo sportivo

LUGANO

Un passaggio cruciale del dibattito è capire quanto si estendono per davvero i benefici e le ambizioni del progetto di Lugano: dalla dimensione locale a quella internazionale - Il discorso s’intreccia con quello sui contributi finanziari

Fin dove arriva davvero il Polo sportivo
Questione di prospettive.  (Foto Putzu)

Fin dove arriva davvero il Polo sportivo

Questione di prospettive.  (Foto Putzu)

Aumentare i contributi esterni (dal Cantone e gli altri Comuni del Luganese) per la realizzazione del PSE, il Polo sportivo e degli Eventi. È una delle «richieste imprescindibili» formulate dal PS per approvare il progetto. Ma è fattibile? La risposta, lo diciamo subito, è sì. Almeno secondo il direttore della Divisone Sport Roberto Mazza. Ma quello di un maggior coinvolgimento finanziario comunale e cantonale è un tema che apre anche altri orizzonti. Che permette, ad esempio, di parlare dello stato di salute delle strutture sportive di tutto il Luganese e, in qualche modo, di tutto il Ticino.Il riconoscimento di BernaSu un investimento totale che supera i 200 milioni, il Cantone, per ora, si è detto disposto a contribuire con 7. Troppo poco secondo molti, infatti la Città ha chiesto al Governo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1