I luganesi sognano in grande: «Sul super palco vorrei i Pink Floyd»

L’idea

Sette piazze e fino a 10.000 biglietti per il nuovo grande evento musicale proposto da Stefano Artioli - In futuro, anche Estival Jazz farà parte dell’evento targato Vivi Lugano

I luganesi sognano in grande: «Sul super palco vorrei i Pink Floyd»
© Vivi Lugano

I luganesi sognano in grande: «Sul super palco vorrei i Pink Floyd»

© Vivi Lugano

I luganesi sognano in grande: «Sul super palco vorrei i Pink Floyd»
© Vivi Lugano

I luganesi sognano in grande: «Sul super palco vorrei i Pink Floyd»

© Vivi Lugano

Nulla è ancora deciso, per ora. Il Municipio di Lugano ha preso atto formalmente ieri dell’idea di Stefano Artioli (attraverso l’associazione Vivi Lugano e la Fondazione Artisa) di creare un grande evento musicale di richiamo internazionale. Estival Lugano però compare già nella rivista «Top Events Lugano 2020» con delle date precise (dal 3 al 18 luglio). Cosa fatta? In realtà non proprio. «L’Esecutivo - spiega il capodicastero Roberto Badaracco - si esprimerà nelle prossime settimane quando riceverà sul tavolo un progetto vero e proprio». Da valutare ci saranno soprattutto l’impegno finanziario della Città e l’organizzazione logistica. L’idea, lo ricordiamo, è di posizionare un grande palco per una capienza di 10.000 spettatori di fronte al LAC, accanto al lago. Lì si esibirebbero i grandi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1