Il Comune elargisce gratifiche, ma non proprio a tutti

Lugano

La Città verserà un bonus una tantum di 500 franchi ai dipendenti che guadagnano meno di 90.000 franchi l’anno (oltre 1.600 persone), ma non agli apprendisti: una decisione che è già stata criticata

Il Comune elargisce gratifiche, ma non proprio a tutti
©CDT/CHIARA ZOCCHETTI

Il Comune elargisce gratifiche, ma non proprio a tutti

©CDT/CHIARA ZOCCHETTI

Il risultato d’esercizio 2020 del Comune di Lugano sarà ottimo (si stima un avanzo di oltre 27 milioni di franchi) e la Città, per ringraziare i collaboratori, ha concesso a buona parte di loro una gratifica straordinaria una tantum di 500 franchi. Tutto bene, quindi? Quasi.

Aiuto ai salari meno elevati

A beneficiare della gratifica saranno oltre 1.600 dei 2.100 collaboratori della Città: personale amministrativo, docenti e poliziotti. Godrà dei 500 franchi chi percepisce uno stipendio fino ai 90.000 franchi annui: «C’è una particolare attenzione, dunque, ai salari meno elevati», scrive il Municipio in una nota. Oltre a ciò per tutti i dipendenti il 27 dicembre sarà considerato come un giorno di vacanza. Le misure, spiega l’Esecutivo, sono state decise «in segno di riconoscimento per il prezioso...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1