Il pesce siluro nel Ceresio: un ospite discreto?

Presenza stabile nel Verbano, nel lago di Lugano si punta a contenerlo – E spunta l'ipotesi che quelli pescati di recente possano essere i figli del "mostro" filmato due anni fa

Il pesce siluro nel Ceresio: un ospite discreto?

Il pesce siluro nel Ceresio: un ospite discreto?

CASLANO - Dov'è finito l'enorme pesce siluro casualmente incontrato un paio d'anni or sono da un sub tra i canneti di Figino? Dopo un paio d'avvistamenti sporadici avvenuti nei mesi successivi è sparito, ma i diversi esemplari più piccoli catturati tra il 2017 e il 2018 nella stessa area potrebbero essere suoi figli.

A sollevare questa ipotesi è stato proprio lo stesso sub che lo aveva visto la prima volta, sabato al Museo della Pesca di Caslano in occasione del convegno dal Dipartimento del territorio, dalla Regione Lombardia, dalla Federpesca e dall'Assoreti, con il patrocinio della Commissione italo-svizzera sulla pesca.

Un incontro che è servito per fare il punto sulla presenza del «silurus glanis» nelle nostre acque e in quelle della vicina Lombardia, a sfatare certi luoghi comuni e, soprattutto, a evidenziare la necessità di trovare la giusta strategia per gestirlo.

La sua, nel Ceresio, è una presenza per ora discreta. L'Ufficio Caccia e Pesca ha previsto interventi affinché la sua presenza rimanga sporadica.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Lugano
  • 1
    Elezioni

    Quella candidatura controversa in Capriasca

    In lista per l’UDC c’è una donna che nel 2016 è stata immortalata in divisa delle SS a una commemorazione di estrema destra dove ha fatto il saluto romano e gridato «Sieg Heil!»

  • 2
    La sfida nell’Alto Vedeggio

    Elezioni: le incognite di Monteceneri

    Alle elezioni comunali di aprile non si ripresentano né la sindaca né il vicesindaco - Sarà un Esecutivo dai volti nuovi - A Mezzovico-Vira saranno ancora della partita i cinque municipali uscenti mentre stavolta non figura la lista della sinistra

  • 3
  • 4
  • 5
    Melide

    Pompiere da 43 anni, quante ne ha da raccontare

    Il vicecomandante Fausto Faustinelli lascia il Corpo dopo aver spento incendi per più di quattro decenni - Ci racconta gli interventi che più l’hanno colpito, come quella volta che con i colleghi salvò una donna da morte certa

  • 1