«Il senso di identità dei maroggesi è stato toccato nel profondo»

La reazione

Dopo il rogo allo storico mulino, il Municipio esprime la sua solidarietà ai titolari della struttura augurando loro di trovare la forza e la collaborazione necessaria per riprendere l’attività

«Il senso di identità dei maroggesi è stato toccato nel profondo»
© CdT/Gabriele Putzu

«Il senso di identità dei maroggesi è stato toccato nel profondo»

© CdT/Gabriele Putzu

Il devastante rogo che ha distrutto il Mulino Maroggia ha toccato in modo profondo l’intera comunità maroggese. A scriverlo, due giorni dopo il terribile incendio in cui è bruciato lo storico mulino locale, è il Comune di Maroggia in una nota diramata alla stampa. «Lo spaventoso scenario di fuoco e di fumo non ha solo distrutto l’imponente edificio che ha caratterizzato la qualità dell’intero comparto urbanistico del nostro villaggio, ma ha pure toccato in modo profondo e commovente il senso di identità e della storia di Maroggia che il Mulino ha concorso a scrivere in modo peraltro indelebile».

«Il Municipio - si legge ancora nel comunicato - desidera esprimere la sua vicinanza ai proprietari confidando che grazie alle loro notevoli, riconosciute e apprezzate caratteristiche imprenditoriali che hanno sempre assicurato un costante successo in termini di elevata qualità produttiva, trovino la forza e la collaborazione necessaria per riprendere l’attività e contestualmente ridare al Comune uno dei suoi simboli più significativi di preziosa operatività. Nel contempo ringrazia tutte le persone facenti parti degli Enti di pronto intervento che si sono costantemente impegnate nel domare l’incendio e a garantire la sicurezza alle persone e alle abitazioni vicine».

«Il senso di identità dei maroggesi è stato toccato nel profondo»
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1 Mulino di Maroggia
  • 2 Red. Online
Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1