AMBIENTE

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Come un anno fa, una sostanza oleosa si è riversata nel Ceresio a causa dello straripamento di una vasca dell’acqua piovana - Ma la sua origine è un mistero - FOTO e VIDEO

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta
La zona dell’inquinamento e i pompieri al lavoro. (Foto GIU)

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

La zona dell’inquinamento e i pompieri al lavoro. (Foto GIU)

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta
(Foto Rescue Media)

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

(Foto Rescue Media)

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

Inquinamento fotocopia di fronte alla Lanchetta

LUGANO – La «scena del crimine» è sostanzialmente la stessa di un anno fa. Il tratto di lago di fronte alla Lanchetta, a Cassarate, è stato teatro di un inquinamento simile a quello avvenuto nel giugno del 2018 e rimasto avvolto nel mistero. Anche stavolta i Pompieri di Lugano sono dovuti intervenire per il riversamento di una sostanza oleosa a causa dello straripamento di una vasca di contenimento dell’acqua piovana. Ma la causa a monte – in tutti i sensi – non è ancora nota: da dove viene quel liquido? Potrebbe essere stato scaricato nell’ambiente e poi finito nel bacino di raccolta anche nei giorni scorsi – un inquinamento a effetto ritardato, in pratica – per poi raggiungere il Ceresio dopo le ultime piogge. L’identikit della sostanza è simile a quello tracciato a suo tempo: un liquido oleoso e grasso, galleggiante, appiccicoso e sporchevole. Sul posto, i pompieri lo hanno circondato e chiuso dentro il perimetro del porticciolo utilizzando un cordone galleggiante, dopodiché lo assorbiranno attraverso un particolare prodotto. È un lavoraccio, ma almeno le conseguenze sulla natura saranno limitate.

Loading the player...
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Lugano
  • 1