Le critiche

«L’aeroporto di Agno è moribondo, inutile rianimarlo»

A Verdi, PS e MPS non piace il piano di rilancio dello scalo presentato dal Municipio di Lugano

 «L’aeroporto di Agno è moribondo, inutile rianimarlo»
(Putzu)

«L’aeroporto di Agno è moribondo, inutile rianimarlo»

(Putzu)

LUGANO - Il piano di rilancio dello scalo di Lugano-Agno non piace a molti. Critico il PS, che sta valutando il lancio di un referendum contro «un’ulteriore iniezione di capitali pubblici». Secondo i socialisti andrebbe studiato «uno scenario alternativo all’attività aeroportuale a profitto della creazione di nuovi posti di lavoro sostenibili dal profilo ambientale, della realizzazione di alloggi a prezzi accessibili e del mantenimento delle esistenti aree verdi». Per i Verdi «l’aeroporto è moribondo ed è inutile accanirsi in tentativi di rianimazione». Il capogruppo UDC in Consiglio Comunale, Tiziano Galeazzi, ha colto l’occasione per sollecitare il Municipio di Lugano a rispondere all’interrogazione «Aeroporto di Lugano, per decollare ci vuole molto di più» inoltrata a fine 2017 comprendente 101 domande di natura tecnica. Critico anche l’MPS, secondo cui il progetto è «inaccettabile e non credibile». «Ci opporremo - fa sapere - all’aumento della partecipazione del Cantone e non escludiamo di indire un referendum se il Gran Consiglio dovesse accettare la proposta».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Ultime notizie: Lugano
  • 1