La più famosa radio pirata si trasferisce a Morcote

Intrattenimento

Radio Caroline, che nel 1964 sfidò il monopolio radiofonico della BBC da una nave sulla Manica in acque internazionali, lascia l’Inghilterra per una diretta in riva al Ceresio - Ha ispirato il film «I Love Radio Rock» e ha divulgato la scena underground degli anni Sessanta

La più famosa radio pirata si trasferisce a Morcote
Un’immagine del film «I love Radio Rock» del 2009

La più famosa radio pirata si trasferisce a Morcote

Un’immagine del film «I love Radio Rock» del 2009

Quella di Radio Caroline è una storia incredibile. Gloriosa. Non a caso nel 2009 ha ispirato il film «The Boat That Rocked» (in italiano «I love Radio Rock») con Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Rhys Ifans, Nick Frost, Kenneth Branagh e January Jones. Nel 1964 Ronan O’Rahilly, un manager musicale stufo del monopolio radiofonico della BBC in Gran Bretagna e del controllo delle case discografiche sull’allora emergente fenomeno della musica pop e rock, comprò una vecchia e sgangherata nave cargo (la MV Mi Amigo, battente in passato perfino la bandiera della Kriegsmarine tedesca) e la portò in acque internazionali nel canale della Manica, dove iniziò a trasmettere. All’inizio furono soprattutto i Bealtes, gli Stones e i Kinks. Ma poi anche coloro che la BBC faceva più fatica a mandare in onda: i Pink Floyd di Syd Barrett, Soft Machine e Caravan, i Cream, i Led Zeppelin. Sul suo esempio le radio pirata proliferarono nel Regno Unito (basti pensare a Radio London) e poi, negli anni Ottanta, in Italia. E mentre tutte chiusero, su pressione del Governo, Radio Caroline continò a trasmettere, arrivando a un certo punto a poter contare su 20 milioni di radioascoltatori.

L’arrivo in Ticino

Sabato, dalle ore 15.30 alle 19, Radio Caroline trasmetterà in diretta - e a quanto pare è la prima volta che lascia l’Inghilterra - dal Ticino. Da Morcote. Questo grazie a dj Grant Benson (fondatore durante il lockdown di Radio Morcote International, di cui abbiamo parlato nell’edizione del 18 aprile), che della radio pirata inglese è anche un noto speaker.

Grant Benson (fondatore di Radio Morcote International) a bordo della nave da cui trasmetteva Radio Caroline
Grant Benson (fondatore di Radio Morcote International) a bordo della nave da cui trasmetteva Radio Caroline

Undici milioni di ascoltatori

«Tre ore di musica rock - così viene annunciato il programma - per respirare l’energia di Radio Caroline ed emozionare gli oltre 11 milioni di radioascoltatori della radio pirata più famosa al mondo».

In memoria del fondatore

Una puntata in cui Benson, che da tempo abita a Morcote, ricorderà anche aneddoti (con molta nostagia) riguardanti la sua avvenutra. Un modo anche per onorare Ronan O’Rahilly, fondatore appunto di Radio Caroline, scomparso in aprile.

L’intervento dei Beatles

Nel 2017 Radio Caroline ha ottenuto l’autorizzazione a trasmettere in onde medie da parte del Governo britannico. Piccola curiosità: pare che negli anni Settanta, in gravi difficoltà finanziarie, la radio sia stata, più o meno segretamente, aiutata economicamente da John Lennon e George Harrison dei Beatles.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1