La ricetta di Israele per le vaccinazioni

Conferenza

Il Governo di Benjamin Netanyahu ha messo in atto un ambizioso programma di vaccinazione di massa: se ne discute nel webinar «Vaccinazioni: la success story di Israele» organizzato dalla Goren Monti Ferrari Foundation di Lugano in collaborazione con l’USI e il Corriere del Ticino

 La ricetta di Israele per le vaccinazioni
©AP Photo/Maya Alleruzzo

La ricetta di Israele per le vaccinazioni

©AP Photo/Maya Alleruzzo

Nel bel mezzo della seconda ondata pandemica, Israele ha assunto un ruolo leader a livello internazionale nel far fronte alla crisi del coronavirus. Il Governo di Benjamin Netanyahu ha già messo in atto da settimane un ambizioso programma di vaccinazione di massa che dovrebbe consentirgli di garantire la somministrazione dei sieri al 70 per cento della popolazione entro il prossimo mese di aprile. Come ha fatto il Paese mediorientale ad avere già vaccinato due milioni di cittadini, mentre gli Stati europei sono soltanto alle prime centinaia di migliaia? Se ne discuterà nel webinar «Vaccinazioni: la success story di Israele» che si terrà questa sera (mercoledì 20 alle 19) su organizzazione della Goren Monti Ferrari Foundation di Lugano in collaborazione con l’USI e il Corriere del Ticino.

La conferenza (l’iscrizione è sul sito della fondazione) sarà tenuta dal professor Navad Davidovich, direttore della Scuola di sanità pubblica della Ben Gurion University con la moderazione di Emiliano Albanese, docente dell’USI.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lugano
  • 1
  • 1